50enne in preda alla follia: aggredisce anziano e si getta dal balcone

50enne in preda alla follia: aggredisce anziano e si getta dal balcone

Entra in casa di un anziano generale, lo prende a pugni, si getta dal balcone della casa per sfuggire alla polizia e infine si ferisce spaccando la vetrata di un condominio. Attimi di follia giovedì pomeriggio a Viserba per un 50enne riminese, ricoverato nel reparto di psichiatria dell’ospedale “Infermi” di Rimini dopo una giornata all’insegna della violenza che è costata anche la rotture del femore ad un anziano ex generale di 90 anni, travolto dalla furia dell’uomo.


La motivazione dell’aggressione all’anziano signore, che aveva tranquillamente aperto la porta al 50enne, non è chiara. “E’ un fascista” è stata la giustificazione che l’aggressore ha dato agli agenti della polizia che lo hanno fermato.


Il cinquantenne, dopo aver colpito l’anziano, si è chiuso nell’abitazione dell’ex generale. Ma quanto ha capito che le volanti della polizia gli stavano dando la caccia, ha deciso di gettarsi dal terrazzo per tentare di sfuggire alla cattura. Un volo di tre metri che gli ha procurato qualche contusione.


Si è procurato altre ferite scavalcando una rete metallica e infine ha inavvertitamente sfondato una vetrata, procurandosi altre ferite, prima di venire bloccato dalla polizia. Una volta portato al pronto soccorso, ha cominciato a dare di matto.


Non è la prima volta che si rende protagonista di gesti simili questo 50enne un po’ troppo vivace e con un passato di tossicodipendente. Sette anni fa, infatti, distrusse la canonica di una chiesa motivando il gesto con l’esigenza di “scacciare il maligno”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -