A Cesenatico e Faenza soldi per riqualificazione urbana e lotta al degrado

A Cesenatico e Faenza soldi per riqualificazione urbana e lotta al degrado

A Cesenatico e Faenza soldi per riqualificazione urbana e lotta al degrado

Oltre 22 milioni  400 mila euro di euro per 9 programmi di riqualificazione urbana, lotta al degrado sociale e sostenibilità ambientale in altrettante città della regione. A tanto ammontano le risorse destinate all'Emilia-Romagna dal "Piano Nazionale di Edilizia Abitativa"   e che la Regione ha scelto di destinare al finanziamento di 9 interventi   nelle città capoluogo di  Modena, Reggio Emilia, Piacenza, Ferrara, ma anche in comuni romagnoli di Cesenatico e Faenza.

 

Considerando anche il  cofinanziamento locale  le risorse pubbliche stanziate superano i 55 milioni di euro. "Con questo intervento - ha spiegato l'assessore regionale all'ambiente e riqualificazione urbana Sabrina  Freda - la Regione vuole  sostenere la progettualità dei Comuni in questa fase di crisi finanziaria, anche attraverso la realizzazione di progetti pilota che coniugano aspetti di sostenibilità ambientale ed energetica con obiettivi di qualità urbana e  lotta al disagio sociale. E' un impegno forte di contrasto al degrado urbano e al consumo di nuovo territorio,  per intervenire in quelle aree urbane in cui  più  si misura il disagio abitativo, la carenza dei servizi e l'anonimato dello spazio pubblico.

 

"Con il nuovo "Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana" approvato dalla Giunta regionale   continua l'attività della Regione per il recupero di aree cittadine degradate. I 9 programmi  sono stati selezionati su una rosa di 25 progetti  presentati da altrettanti Comuni nell'ambito dei Programmi di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile e che non avevano avuto accesso al finanziamento. 


Gli interventi sono localizzati sia su immobili di proprietà pubblica che di proprietà privata e realizzano una trasformazione urbanistica che metterà  sul mercato dell'affitto circa 320 alloggi,  la maggior parte dei quali  (175) frutto di riconversione di edifici esistenti. Le costruzioni sono improntate al miglioramento dell'efficienza energetica in misura superiore ai minimi di legge. La maggior parte dei programmi finanziati prevede anche interventi urbanizzativi e miglioramenti nelle dotazioni dei servizi di quartiere e perseguono una complessivo innalzamento della qualità urbana anche attraverso l'inserimento di funzioni commerciali e l'adozione di misure per la mobilità sostenibile come piste ciclabili e  attraversamenti sicuri.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -