A Forlì un convegno tra giovani, Europa e Mediterraneo

A Forlì un convegno tra giovani, Europa e Mediterraneo

FORLI' - A Forlì, nel prossimo fine settimana (da giovedì 26 a sabato 28), verranno messi al centro di un convegno scientifico interdisciplinare e internazionale due temi centrali nel dibattito politico-culturale attuale: la condizione giovanile e la dimensione europeo-mediterranea.

 

Nello spazio politico, culturale ed economico di un'Europa che, mentre si amplia ad Est, conserva una molteplicità di scambi e interazioni con i paesi che si affacciano sull'altra sponda del Mediterraneo, i giovani appaiono al tempo stesso crocevia di inquietudini sociali e attori dell'innovazione e del cambiamento. L'eterogeneità di questi spazi - dello spazio intraeuropeo in particolare, ma anche di quell'area più ampia costituita dall'Europa e dalle sue periferie - e le tensioni che ne derivano portano i giovani a confrontarsi con molteplici difficoltà.

 

I giovani non solo riflettono i cambiamenti che si verificano all'interno di una società, ma sono allo stesso tempo attori protagonisti di tali cambiamenti. Le identità, i saperi, le modalità di comunicazione, i sistemi di valori e credenze, il rapporto con il lavoro e la famiglia che essi manifestano sono in grado di interferire con le istituzioni con le quali una società organizza le forme della propria riproduzione.

 

Il Convegno - promosso dal Polo Scientifico-didattico di Forlì e dalla Facoltà di Scienze Politiche "Roberto Ruffilli", in collaborazione con numerosi istituti italiani e stranieri - vede la presenza, fra relatori e discussant, di oltre 200 studiosi provenienti da Albania, Algeria, Bosnia-Erzegovina, Danimarca, Cipro, Egitto, Francia, Germania, Italia, Lituania, Marocco, Olanda, Portogallo, Scozia, Spagna, Svizzera, Tunisia, Turchia.

 

Nell'arco dei 3 giorni del convegno i partecipanti - che nel complesso rappresentano un'ampia gamma disciplinare (sociologica, psicologica, storica, demografica, economica) - daranno vita a 3 sessioni plenarie con traduzione simultanea e a 33 sessioni di lavoro (workshop), nonché ad un incontro dedicato alla presentazione dell'XI Indagine AlmaLaurea sulla condizione occupazionale dei laureati in Italia.

 

Tra i prestigiosi studiosi, spicca la presenza di personalità del mondo scientifico e politico-culturale come Romano Prodi (Brown University), attualmente impegnato nell'ambito di un'attività Onu in Africa e già Presidente della Commissione Europea; Predrag Matvejevic (Università di Roma La Sapienza), intellettuale di fama internazionale ed autore di numerose pubblicazioni sulla cultura mediterranea e balcanica; Mona Said (American University in Cairo), economista esperta dei mercati del lavoro del Nord Africa e del Medio Oriente; Stéphane Beaud (École Normale Supérieure di Parigi), sociologo, tra i primi e più autorevoli studiosi delle rivolte urbane.

 

Il convegno avrà inizio giovedì 26 marzo alle ore 14 presso le Aule Mazzini (Corso della Repubblica, 88) e si concluderà sabato 28 marzo alle ore 14.

 

Per informazioni: 0543374164

(giovaniesocieta@unibo.it)

www.giovaniesocieta.unibo.it

 

 

Il convegno Giovani & Società in Europa e attorno al Mediterraneo costituisce la quarta edizione di un ciclo avviato nel 2003, che per la prima volta si svolgerà al di fuori della Francia, ove sinora si è sempre tenuto.

 

La rete di riferimento è molto ampia: la prospettiva adottata è multidisciplinare all'interno delle scienze sociali; i partecipanti provengono da diversi Paesi europei e mediterranei; la provenienza di organizzatori e relatori non si limita all'ambito accademico, peraltro ampiamente rappresentato.

Questo assetto conferisce all'iniziativa una connotazione scientifica solida, articolata e di rilevanza internazionale.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel comitato scientifico ad hoc costituitosi per l'organizzazione dell'iniziativa del 26-28 marzo 2009 nutrita è la presenza di docenti in rappresentanza di discipline psicologiche, storiche, sociologiche, economiche, demografiche. Tale carattere interdisciplinare è ampiamente riscontrabile nei profili degli oltre 200, tra relatori e discussant, che interverranno al Convegno

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -