A Ravenna trionfa Mark Cavendish, Petacchi terzo

A Ravenna trionfa Mark Cavendish, Petacchi terzo

Cavendish festeggia la vittoria sul podio del Giro con lo spumante

RAVENNA - Anche a Ravenna Mark Cavendish ha fatto valere le sue doti di equilibrista. Il folletto dell'Isola di Man si è imposto nella dodicesima tappa del Giro d'Italia, battendo allo sprint Davide Appollonio e l'attesissimo Alessandro Petacchi. Come da aspettative, i 184 chilometri che hanno collegato Castelfidardo con l'ombra della tomba di Dante, si sono confermati adatti alle caratteristiche dei velocisti, gli ultimi favorevoli a loro favorevoli in attesa delle grandi montagne.

 

> TUTTE LE FOTO: LA VOLATA FINALE E LE PREMIAZIONI (Rafotocronaca)

 

Cavendish ha annunciato al traguardo il suo ritiro dal Giro: "E' una corsa bella, ma l'ultima settimana non presenta volate. E giusto che vada a casa per preparare il tour". Questa volta l'aria di casa non ha portato fortuna a Manuel Belletti. Il velocista cesenate della della Colnago-Cfs, che lo scorso anno si era imposto nella tappa di Cesenatico, è stato rallentato da una caduta ai 1500 dal traguardo. E non sono mancate le polemiche.

 

"Ci sono troppi corridori che stanno dove non devono essere - ha attaccato il romagnolo -. Ho perso delle posizioni. La velocità era alta e non sono riuscito a recuperare. E' un peccato perché era l'ultima opportunità. La tappa è stata caratterizzata dalla fuga di quattro corridori (Minguez, Ricci Bitti, Clement e Golas), con un vantaggio massimo di 4'. Alberto Contador (Saxo Bank) ha conservato la maglia rosa di leader della classifica generale.


A Ravenna trionfa Mark Cavendish, Petacchi terzo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -