A14, 300 milioni per la quarta corsia nel tratto Bologna-Ravenna

A14, 300 milioni per la quarta corsia nel tratto Bologna-Ravenna

A14, 300 milioni per la quarta corsia nel tratto Bologna-Ravenna

IMOLA - Il tratto autostradale che va da Bologna-San Lazzaro allo svincolo per Ravenna verra' potenziato con una quarta corsia. Lo annuncia giovedì pomeriggio a Imola l'assessore regionale alla Mobilita' e ai Trasporti dell'Emilia-Romagna, Alfredo Peri, che , ha illustrato il piano delle opere che interessano la A14 e il sistema stradale annesso. L'opera costerà 296 milioni di euro. Nei prossimi giorni verra' sottoscritto l'accordo con Societa' autostrade.

 

La società finanzia l'opera con 296 milioni di euro: 251 per la quarta corsia e 45 per le cosiddette 'opere adduttive'. Altri 19 milioni, invece, sono messi a disposizione dall'Anas per la realizzazione del lato Nord della Complanare che va da San Lazzaro a Ponte Rizzoli, e sempre l'Anas, assieme alla Regione, finanziera' il completamento dell'attraversamento Nord-Sud di Imola (la bretella) con 18 milioni di euro (di cui 14-16 della Regione).

 

"Arriviamo a questa soluzione sulla scorta di risultati empirici- afferma Peri- l'esperienza della quarta corsia Bologna-Modena ha prodotto risultati talmente positivi che abbiamo ritenuto di mettere in programma un piano di riqualificazione della rete autostradale dell'Emilia-Romagna". Per la quarta corsia Bologna-Ravenna, prosegue Peri, "abbiamo fatto un lavoro coordinato tra le due  Province. Il tema principale e' il potenziamento dell'asse autostradale, che in questo tratto, come e' noto, e' un imbuto".

 

Ma non solo. In programma ci sono altre opere funzionali al collegamento con la A14: due nuovi caselli, uno a Toscanella di Dozza e l'altro a Castel Bolognese-Solarolo, l'adeguamento dell'innesto fra il casello di Castel San Pietro e la Sp 19, e quello dell'innesto fra la Sp 48 e la Sp 31 a Ponte Rizzoli. Poi ci sono due varianti al centro abitato di Toscanella e quello di Osteria Grande. E ancora, in programma c'e' la realizzazione del secondo ponte sul Santerno, e la fluidificazione del traffico a  Castel San Pietro con la realizzazione di tre rotatorie.

 

"La bozza dell'accordo che stiamo definendo e' condivisa", afferma Venturi al termine di un incontro a Imola con Anas, Societa' Autostrade, Regione, Provincia di Bologna (con i Comuni  di San Lazzaro, Ozzano, Castel San Pietro e Dozza) e di Ravenna. "Abbiamo fatto un ottimo lavoro di squadra- osserva Venturi- sono molto soddisfatto. Restano solo da formalizzare gli impegni". Sui  tempi di realizzazione, Peri e' ottimista: "Guardando a Modena, credo che siano ragionevolmente brevi: due o tre anni". Ora, ricorda l'assessore "resta da compatibilizzare la quarta corsia

col progetto Passante Nord all'arrivo verso Bologna".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -