Abruzzo: a San Demetrio inaugurata la Cittadella Scolastica

Abruzzo: a San Demetrio inaugurata la Cittadella Scolastica

Si è celebrata oggi la cerimonia ufficiale di inaugurazione della Cittadella Scolastica di San Demetrio, primo e unico complesso scolastico definitivo, antisismico e a impatto ambientale zero, realizzato in meno di 100 giorni in Abruzzo dopo il terremoto dello scorso aprile.

Il taglio del nastro è avvenuto in concomitanza con la data ufficiale di inizio delle scuole, alla presenza del Sottosegretario alla Protezione Civile Guido Bertolaso; del Sindaco di San Demetrio Ne' Vestini  Silvano Cappelli, del portavoce degli enti locali e dei partner dell'iniziativa Vincenzo Ceccarelli, del Coordinatore tecnico del progetto Riccardo Buffoni e di Lucia Di Giulio, Dirigente Scolastica dell'Istituto Comprensivo.

Grazie a questa iniziativa, che ha unito in maniera esemplare pubblico e privato, oltre 300 bambini tra "progetto primavera" (bambini dai 24 ai 36 mesi), scuola materna, elementari e medie, potranno iniziare regolarmente il nuovo anno scolasticoa partire da lunedì 21 settembre. Gli edifici del plesso scolastico, localizzati nel territorio di San Demetrio, serviranno anche i comuni limitrofi di Acciano, Fontecchio, Tione degli Abruzzi, Fagnano Alto, Villa Sant'Angelo, Sant'Eusanio Forconese e Fossa. Con la riapertura della scuola di San Demetrio si offre infatti un servizio importante a numerosi comuni del cratere che sono rimasti seriamente danneggiati dal sisma del 6 aprile.

La Cittadella si compone di due strutture in cemento armato: la prima, resa antisismica grazie all'utilizzo di materiali compositi (fibre di carbonio e acciaio), ospiterà oltre 200 bambini delle scuole elementari e medie; l'altra, realizzata ex-novo per il "progetto primavera" e la scuola materna, è una smartschoolad alto contenuto tecnologico (indipendenza energetica, zero emissioni di CO2, massimo comfort). 

Silvano Cappelli, Sindaco di San Demetrio Ne' Vestini,  ha dichiarato: "A 5 mesi dal sisma, la giornata del 19 settembre è per noi una data memorabile che ci consente di rilanciare verso il futuro la nostra comunità e quella dell'intera valle. È un traguardo importante reso possibile dalla collaborazione tra pubblico e privato. Il progetto della Cittadella Scolastica migliora la qualità e la vivibilità degli spazi che i nostri bambini e ragazzi utilizzeranno negli anni della loro formazione scolastica. La collettività di San Demetrio vorrebbe che il legame che si è consolidato in questi mesi di stretta collaborazione sia il punto di partenza per un rapporto duraturo tra le diverse comunità che hanno avuto la fortuna di incontrarsi. Il terremoto ci ha tolto tanto, ma ci ha dato la possibilità di incontrare persone speciali che ci hanno manifestato la loro solidarietà, oltre che un sostegno umano, emotivo ed economico". 
Ha concluso il Sindaco: "Questi mesi di collaborazione ci hanno arricchito tanto, il fatto di aver reinvestito sulla scuola è un esempio per le nostre generazioni future perché questo intervento sicuramente non verrà dimenticato".

"La realizzazione di un complesso scolastico rappresenta un segno concreto e allo stesso tempo fortemente simbolico di vicinanza alla popolazione colpita dal terremoto - ha commentato il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Guido Bertolaso  -, perché è dalla scuola che deve ripartire la normalità per bambini e ragazzi aquilani. Questa cittadella, frutto della sinergia tra pubblico e privato, dimostra ancora una volta come, davanti a una grande tragedia, l'unica risposta possibili sia fare sistema, mettendo assieme le Istituzioni, i privati e le aziende, ciascuno con le proprie competenze e con grande generosità, come è tipico del sistema Italia."

Paolo Barilla, Vice Presidente di Barilla SpA,  ha affermato: "L'importanza di ripristinare nel più breve tempo possibile tutti i servizi di cui il territorio abruzzese ha bisogno è sotto gli occhi di tutti. Abbiamo voluto partecipare concretamente a questo progetto perché crediamo sia fondamentale concentrarsi su quelli destinati ai più giovani. La scuola, oggi più che mai, è il simbolo della rinascita e costituisce uno dei tasselli primari per la gente di questa terra così duramente colpita dal terremoto, - ha dichiarato Paolo Barilla, Vice Presidente di Barilla SpA.  "La Cittadella Scolastica di San Demetrio, infatti, garantirà, a partire da oggi, la formazione delle prossime generazioni di giovani a dimostrazione di come sia possibile costruire il futuro di questo territorio all'insegna della cooperazione tra pubblico e privato, ma anche dell'innovazione tecnologica e della sostenibilità".

E' stato possibile raggiungere questo importante risultato grazie alla stretta collaborazione tra aziende private ed Enti pubblici:  il  Comune di San Demetrio; Barilla SpA; le Province di Arezzo, Grosseto, Livorno, Massa Carrara, Firenze, Pisa; il Comitato Terre di Siena per l'Abruzzo per la Provincia di Siena; il Consiglio Regionale della Toscana; Enti pugliesi coordinati dalla Prefettura di Bari e dal Provveditorato per le Opere pubbliche per la Puglia e la Basilicata (Comune di Corato, Banca Popolare di Bari, Acquedotto Pugliese e Fiera del Levante); i Comuni della Versilia, tramite la Conferenza Zonale per l'Istruzione con Viareggio capofila, Camaiore, Massarosa, Pietrasanta, Forte dei Marmi, Seravezza, Stazzema, unitamente a Mabo Group, la Società Community Project Srl di Vasto, Gruppo Vastarredo (CH) e Nupigeco Spa. 
La collaborazione tra Barilla SpA e il Comune di San Demetrio è stata possibile grazie all'intervento della Provincia di Parma, in particolare del Presidente Vincenzo Bernazzoli e dell'Assessore Gabriele Ferrari.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -