Abruzzo, l'ultimo saluto alle 287 vittime del terremoto

Abruzzo, l'ultimo saluto alle 287 vittime del terremoto

Abruzzo, l'ultimo saluto alle 287 vittime del terremoto

L'AQUILA - E' il giorno dell'ultimo saluto alle 287 vittime del terremoto che il 6 aprile scorso ha sconvolto l'Aquilano. I funerali che saranno concelebrati a partire dalle 11 dal segretario di Stato vaticano Tarcisio Bertone e a cui prenderà parte anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Alle celebrazioni saranno presenti anche il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ed i presidenti della Camera e del Senato Gianfranco Fini e Renato Schifani.

 

La Protezione Civile e Regione Abruzzo hanno diffuso sul web la lista delle vittime: il bilancio aggiornato è di 287 morti. Una delle vittime, di sesso maschile, non è stata ancora identificata. Il bilancio dei feriti, invece, sale a 1.500. In tutto le persone assistite sono ventimila. I soccorritori sono 11.662, 17 i presidi sanitari e 41 le aree di ricovero. "Non c'è più alcun aquilano che abiti nella sua casa: troppo forte la paura di nuove scosse o che vi siano lesioni nelle abitazioni", ha dichiarato il sindaco di L'Aquila Massimo Cialente.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E la terra continua a tremare. Giovedì sera, alle 21.38, si è verificata una nuova forte scossa di terremoto di magnitudo 4.9 della scala Richter. L'epicentro, ad una profondità di 17 chilometri, è stato localizzato nella zona comprendente Campotosto, Capitignano e Barete. Il fronte del terremoto si sta spostando più a nord e gli esperti stanno cercando di interpretare il fenomeno e la portata. L'evento sismico di giovedì ha causato il crollo di un'abitazione in via Roma, nel centro storico di L'Aquila. La casa era stata già danneggiata dalle altre scosse. Le forze dell'ordine hanno subito controllato se nell'abitazione crollata vi fossero due donne, come qualcuno aveva sostenuto. Fortunatamente è stato poi smentito. Crollata anche una piccola chiesa a Roglio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -