Abusivismo commerciale, Alessandrini (PD): "Necessario difendere i cittadini"

Abusivismo commerciale, Alessandrini (PD): "Necessario difendere i cittadini"

Abusivismo commerciale, Alessandrini (PD): "Necessario difendere i cittadini"

Il consigliere regionale PD Tiziano Alessandrini ha presentato una risoluzione in Regione per la tutela dai fenomeni di abusivismo nell'artigianato. Secondo Alessandrini, capogruppo PD della Commissione II Politiche economiche agricoltura "oggi appare sempre più chiaro che il fenomeno dell'abusivismo nell'artigianato, e in particolar modo nei settori dei servizi alla persona, delle costruzioni e delle riparazioni dei beni per la casa, sta assumendo dimensioni preoccupanti anche nella nostra Regione.

 

"La crisi economica, che ha molto ridotto le disponibilità economiche delle famiglie, contribuisce ad incrementare il fenomeno, caratterizzato dall'offerta di prestazioni professionali a prezzi estremamente contenuti e dunque concorrenziali rispetto all'offerta regolare."

 

"I prezzi ridotti che gli operatori irregolari riescono ad attuare, prosegue Alessandrini, sono permessi dalla mancata applicazione della normativa fiscale e dall'utilizzo di prodotti scadenti e spesso irrispettosi delle norme CE, specialmente nella parruccheria e nel settore estetico. Questo genera un danno diretto agli artigiani e professionisti regolari, ma colpisce anche la società intera, costretta a subire il peso dell'evasione fiscale, ed i singoli consumatori, la cui salute è messa a rischio".

 

"La Regione Emilia-Romagna, afferma il consigliere, recentemente ha già fatto molto con l'approvazione della Legge 1/2010 "Norme per la tutela, la promozione, lo sviluppo e la valorizzazione dell'artigianato" che ha istituito fra l'altro la Commissione Regionale per l'Artigianato e l'Osservatorio regionale per il commercio. Va inoltre sottolineato che con grande responsabilità la Regione, in questi anni difficili attraverso il Patto per attraversare la crisi ha dato sostegno al settore attraverso misure tese a favorire l'accesso al credito e a sostenere investimenti soprattutto in innovazione e ricerca."

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Con questa risoluzione, conclude Alessandrini, chiediamo alla Giunta regionale di proseguire nell'impegno economico e programmatico fin qui profuso a tutela del settore artigiano, di dare piena attuazione alla legge regionale 1/2010 e prevedere, come già avvenuto nel settore delle costruzioni con la recente legge regionale 11/2010, azioni tese a scoprire e reprimere il sommerso anche attraverso l'utilizzo della Commissione e dell'Osservatorio regionale. Chiediamo anche di sostenere ed incentivare i Protocolli e le Intese locali fra i vari Enti ed Istituzioni competenti nel settore e di portare avanti campagne informative e di sensibilizzazione dei consumatori rispetto ai danni sociali ed ai rischi per la salute connessi all'abusivismo artigiano. Invitiamo inoltre la Giunta a farsi portavoce presso il Governo nazionale per una profonda riscrittura del Patto fiscale fra Stato ed Imprenditori, che deve essere basato sul concetto della necessaria correttezza rispetto alla normativa tributaria, sull'idea ineludibile che occorre premiare i capitali da lavoro piuttosto che quelli da rendita e che sono necessarie norme specifiche a sostegno della concorrenzialità delle piccole e piccolissime imprese."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -