Accusato di violenza sessuale, minaccia l'ex moglie in tribunale

Accusato di violenza sessuale, minaccia l'ex moglie in tribunale

Accusato di violenza sessuale, minaccia l'ex moglie in tribunale

RIMINI - Ha minacciato l'ex moglie in un'aula del tribunale di Rimini, mimando un'arma da fuoco. Al centro dell'episodio un 46enne calabrese, a processo per una serie di minacce all'ex compagna e condannato in primo grado nel 2006 a sei anni e sei mesi di reclusione per violenza sessuale nei confronti dell'ex coniuge, maltrattamenti in famiglia, minacce al suocero, lesioni e mancato rispetto del provvedimento di star lontano dall'abitazione dove vivevano i figli.

 

La donna, infatti, è stata costretta a lasciare la città per una località protetta dove vive assieme ai propri figli, dopo che l'uomo, finito in carcere nel 2006 su provvedimento dell'autorità giudiziaria, è tornato in libertà. Nel corso dell'udienza davanti al giudice di pace, l'imputato ha spiegato che non ha minacciato di morte l'ex moglie, che non vede i figli da quattro anni, che gli ha fatto perdere il lavoro da bidello e che è stato lui a subire "strane aggressioni".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -