Acqua 'salata' in regione: 295 euro a famiglia e bolletta sopra la media

Acqua 'salata' in regione: 295 euro a famiglia e bolletta sopra la media

Acqua 'salata' in regione: 295 euro a famiglia e bolletta sopra la media

Acqua sempre più salata in Emilia-Romagna. La bolletta nella nostra regione cresce costantemente, e gli aumenti superano di gran lunga quelli l'inflazione. Una famiglia di tre persone che consuma 200 metri cubi d'acqua, nel 2007 ha speso in media 295 euro, oltre 13 euro in piu' rispetto al media italiana e 73,7 euro in piu' rispetto alle tariffe del 2001 (+33,3%). Inoltre, secondo dati Istat dal 2007 al 2008, l'inflazione e' cresciuta del 4%, mentre le tariffe dell'acqua del 5.7%. 


La bolletta e' piu' leggera a Piacenza (227,7 euro), la citta' con l'acqua meno "salata" nonostante dal 2001 ci sia stato un incremento del 91,6% delle tariffe. Piacenza era il capoluogo meno costoso anche sei anni fa. Seconda citta' meno cara si conferma Modena, dove per la bolletta dell'acqua si spendono in media all'anno 264 euro (+46,3% dal 2001). 


Anche Parma riconferma la sua posizione, con 270,6 euro e' la terza citta' dove l'acqua costa meno (+40,5% dal 2001). Al quarto posto resta Rimini, dove nel 2007 la spesa media per famiglia era di 273,9 euro (+ 20,8% dal 2001).  Quinto piazza in classifica per Bologna che, con 299,2 euro,  guadagna una posizione rispetto al 2001 (+ 22,5%). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Al sesto posto, Forli'-Cesena, che risale rispetto al 2001, quando era fanalino di coda. L'aumento a Forli' e' stato del 9,7%, 311,3 euro la bolletta media nel 2007. In settima posizione si riconferma Ravenna, con 326,7 euro (+ 32,6% dal 2001). Ottava e' Ferrara, con 335,5 euro di spesa annua (+ 27% dal 2001). Maglia nera per Reggio-Emilia, che nel 2001 era quinta in classifica. A Reggio la bolletta annua e' di 346,5 euro (+ 47,1% dal 2001). A stilare la speciale classifica delle citta' in base alle bollette bollenti e' la sesta indagine regionale di Federconsumatori sul servizio idrico, tariffe e qualita' dell'acqua.

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di stefano
    stefano

    Hera è un colosso finanziario monopolista, che oltre tutto dà gran parte dei servizi in subappalto, creato apposta dai DS (oggi PD) emiliano romagnoli per fare soldi (anche per loro) e questo la holding sta facendo. Gli aumenti delle tariffe infatti sono sempre approvati senza fiatare dai sindaci di sinistra e dalle loro maggioranze nei consigli comunali. Come mai Bersani pensò di iniziare le privatizzazioni dai tassisti e dalle parrucchiere e non dai grandi monopoli pubblici dei servizi?

  • Avatar anonimo di Ordelaffi
    Ordelaffi

    Ah beh, cari concittadini, servono altri elementi per suggerire di pensare alle prossime amministrative in modo diverso da com'è stato fatto negli ultimi 60 anni? Meno ideologia, meno sinistra retorica, meno sterile antiberlusconismo da centro sociale, più realismo, più concretezza, più orgoglio, più palle, più amore per la propria città e per il bene comune.

  • Avatar anonimo di renzo397
    renzo397

    il vero furto,a parte la qualità dell'acqua(che leggo nei commenti) è il continuo comportamento arrogante del quasi monopolista hera.Non per fare della dietrologia ma gli enti che si sono succeduti,ultimo hera ha fatto degli aumenti l'unica forma d'impresa.Penso non esista un organo vigilante che tuteli i consumatori, o se c'è finge di non vedere.Comprare azioni con rendimenti sicuri è vantaggioso per i compratori,Tutti sanno che hera a differenza delle imprese che operano in regime di concorrenza è avvantaggiata le basta ritoccare le tariffe. Ricordo pure, che hera è stata creata dalla sinistra ,dicevano ,per servire i cittadini.Finisco per dire "governo ladro"ma purtroppo questa volta Berlusconi è innocente.

  • Avatar anonimo di stefano
    stefano

    Certo che li ho, ho tutti i certificati delle analisi dell'Arpa degli ultimi anni ed anche alcune analisi fatte a mie spese in laboratori privati.

  • Avatar anonimo di Martino
    Martino

    Stefano avrà sicuramente elementi documentali per scrivere quello che scrive

  • Avatar anonimo di stefano
    stefano

    Le province servite da Hera hanno l'acqua più cara d'Italia, anche se la sua qualità in molti casi lascia alquanto a desiderare. In alcuni periodi dell'anno, ad esempio, a Cesena l'acqua ha una durezza superiore ai limiti consigliati per il consumo umano e un contenuto di nitrati vicino ai limiti massimi di legge.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -