Addio a Lelio Luttazzi, maestro dello swing

Addio a Lelio Luttazzi, maestro dello swing

Lelio Luttazzi con Arisa al Festival di San Remo del 2009

TRIESTE - Lutto nel mondo della musica. Si è spento nel cuore della nottata tra mercoledì e giovedì nella sua casa di Trieste. il maestro e compositore Lelio Luttazzi è morto la scorsa notte nella sua casa, a Trieste.Aveva 87 anni. Le sue condizioni di salute sono peggiorate circa tre mesi fa a causa di una neuropatia periferica, peggiorata nelle ultime settimane. La città di Trieste renderà omaggio a Luttazzi allestendo la camera ardente nella sala del Consiglio Comunale.

 

Tra i maggiori protagonisti della canzone italiana degli anni '50 e '60, fu tra i primi a portare il jazz in Italia. Oltre a musicista, fu anche compositore, direttore d'orchestra, presentatore tv e attore. Per anni la sua carriera è rimasta divisa tra la sua passione jazzistica, che l'ha portato a suonare nel giro di musicisti come Piero Piccioni, Armando Trovajoli, Gianni Ferrio, e la musica leggera. Tra i brani scritti 'Muleta mia', 'E tu biondina capricciosa', 'Una zebra a pois' e 'El can de Trieste'.

 

In seguito ad un grave incidente stradale nel 1963, ha cominciato a condurre 'Hit parade' in radio, inventando tormentoni come 'La canzone regina' per indicare la prima in classifica.  In tv ha presentato spettacoli storici come 'Studio Uno' con Mina, 'Teatro Dieci', 'Il Paroliere', 'Musica insieme', 'Ieri e oggi'. Diverse anche le colonne sonore per film tra cui quella di 'Totò, Peppino e la malafemmina' e 'Venezia la luna e tu'.

 

Nel 1970 venne coinvolto in una vicenda legata a detenzione e spaccio di stupefacenti, nata da un errore giudiziario. Trascorsi 27 giorni a Regina Coeli. Dopo qualche anno di 'Hit parade', è iniziato un lungo isolamento interrotto, di tanto in tanto, da poche partecipazioni televisive.

 

Nel 2006 e nel 2008 ha accettato l'invito di Fiorello a Viva Radio2. Tra le sue rare apparizioni televisive, da Fabio Fazio a 'Che tempo che fa' su Raitre e, nel 2008, al 'Maurizio Costanzo', dove Luttazzi suonò 'Ritorno a Trieste' Nel 2009 ha accompagnato al Festival di Sanremo la canzone vincitrice per la categoria giovani 'Sincerità' di Arisa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -