Addio a Pietro Ferrero, in trentamila per l'ultimo saluto

Addio a Pietro Ferrero, in trentamila per l'ultimo saluto

Addio a Pietro Ferrero, in trentamila per l'ultimo saluto

ALBA (Torino) - Trentamila persone hanno voluto rendere omaggio alla salma di Pietro Ferrero, l'amministratore delegato insieme al fratello Giovanni del colosso dolciario di Alba (Cuneo) che ha inventato la Nutella, morto la scorsa settimana dopo aver accusato un infarto in Sudafrica. Il segretario di Stato Vaticano, cardinale Tarcisio Bertone, ha ricordato Pietro Ferrero come "Un uomo di impresa che ha saputo incarnare le qualità migliori della nostra storia industriale".

 

Quindi ha definito "grande e bella" la famiglia Ferrero, "un esempio stupendo da imitare". "Tu eri e sarai i nostri quattro punti caridnali, i cielo più alto e la radice più profonda - ha affermato il fratello di Pietro, Giovanni Ferrero -. Avevi la spinta della speranza". Alle esequie ha partecipato anche il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi arrivato alla Cattedrale di Alba con il presidente della regione Piemonte Roberto Cota.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -