Adesso pensiamo a salvarci

Adesso pensiamo a salvarci

Difficile commentare una sconfitta come questa. Il Cesena esce dal Matusa di Frosinone profondamente umiliato. Errori dei giocatori in fase realizzativa e decisioni scriteriate del tecnico hanno scaturito questa ennesima debaclè. Dopo un primo tempo dominato dal Cesena che si è divorato tre palle gol (una clamorosa di Pellè), i bianconeri sono riusciti a subire due gol da parte di un Frosione inesistente. Nella ripresa dopo aver mancato il pari con un colpo di testa di Vignati, Castori smembrava la squadra togliendo De Feudis e inserendo Pellicori. Il Cesena sprofondava. Il 4 a 1 finale, pesantissimo, riporta il Cesena indieto di un mese. Un Cesena che ancora una volta è rimasto in 10 per l’espulsione di un nervosissimo Anastasi a partita praticamente finita.

Si è salvato dal naufragio un grande Bracaletti. Il torello finale subito da parte del Frosinone è lo specchio fedele di un finale assurdo dove davvero il tenico sembra aver perso razionalità. Qualsiasi velleitaria speranza di sogni di gloria è naufragata oggi, sbrighiamoci a salvarci. Oggi da salvare c’è poco.

Carlo Parigi

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

> Commenta sul forum

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -