Aeroporti, Balzani: "A Forlì c'è qualcuno che vuol fare fallire il Ridolfi"

Aeroporti, Balzani: "A Forlì c'è qualcuno che vuol fare fallire il Ridolfi"

Aeroporti, Balzani: "A Forlì c'è qualcuno che vuol fare fallire il Ridolfi"

FORLI' - "Tutto mi aspettavo tranne che leggere affermazioni sulla marcia indietro di Rimini dalla holding". Il sindaco di Forlì, Roberto Balzani, è stupito, visto che martedì era a Bologna ad un incontro con la regione e i soci dell'aeroporto Fellini di Rimini, proprio su questo tema. "C'erano il sindaco Gnassi e il presidente della provincia Vitali e siamo andati avanti con l'idea della holding, nessuno si è tirato indietro. A questo punto credo ci sia qualcuno, a Forlì e non a Rimini, che spinge per fare fallire l'aeroporto".

 

Certamente da parte di Rimini non c'è fretta, ma Balzani, sentito da Romagnaoggi, è chiaro sulle tempistiche: "Noi continuiamo a sperare che la holding sia fatta entro fine luglio, del resto la Regione si sta muovendo in fretta. Andiamo nella stessa direzione". Secondo quello che dice il sindaco non c'è nulla di vero sulla marcia indietro di Rimini. Indubbiamente che Aeradria, società di gestione dell'aeroporto Fellini, non abbia la stessa urgenza di chiudere rispetto a Seaf è scontato. La società di gestione dello scalo forlivese porta sulle spalle un debito che i soci ormai non riescono più a colmare.

 

La nuova società partirà con una base di 1,5 milioni di euro, Comune di Forlì e Provincia di Rimini, dovranno sborsarne 10mila a testa.

 

Chiara Fabbri

Commenti (22)

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    @xxxxx, potrei controbattere ad ogni questione senza timore, lo farò ancora una volta per divertimento. 1 Perfetto, hai detto bene, se c'è da fare qualsiasi cosa in ambito regionale emilia-romagna bisogna per forza ubicare nel capoluogo, hai detto proprio bene. E allora a noi cosa conviene stare in Emilia-Romagna? Magari l'aeroporto in un'ipotetica regione Romagna sarebbe ugualmente in quel di Rimini, ma forse avremmo qualcosa in cambio. 2 Secondo il tuo ragionamento dovrebbero esserci circa 20 aeroporti in Italia, uno per ogni regione. Ci sono diverse tipologie di aeroporti in base all'importanza, quello sì. 3 La nostra regione non è il Lazio o la Lombardia dove c'è una metropoli; Bologna è poco più grande di tutti gli altri capoluoghi. Io sarei per non accentrare tutto in un capoluogo ma suddividere nell'intero territorio. Ci sono degli appositi studi di pianificazione ed economia regionale. 4 La regione non è una tabula rasa su cui scegliere dove ubicare gli aeroporti: quello di Forlì c'è dal 1936, e recentemente è stato gestito proprio da Bologna, non fosse stato così, ora sarebbe un campo volo come lo era nel passato, non si può buttare via un'infrastruttura già esistente, è compito della Regione valorizzare quello che c'è e non farlo andare in malora. Nessuno dice che noi debbiano fare concorrenza a Bologna. Sarebbe come dire: chiudiamo al traffico l'E45 perchè costa, non conviene ristrutturarla. 5 Il gap infrastrutturale che ci penalizza (zero collegamenti con la vicina costa adriatica ,zero o quasi collegamenti ferroviari) di chi è colpa? Dei forlivesi? Con quali soldi pubblici fanno alte velocità, strade, autostrade etc nel comprensorio bolognese? Certo, da loro tutto è apparecchiato. C'è equità nella distribuzione delle risorse? 6 Mi risulta che anche Bologna e Rimini pagano le compagnie. E sono solo alcuni aspetti, il discorso è ben complicato. E comunque, una comunità deve difendere i propri interessi non fare quello degli altri.

  • Avatar anonimo di Ken
    Ken

    @xxxxxx: personalmente voto la N° 3 con vocazione cargo/scuola di volo Solo un pazzo costruirebbe 3 aeroporti in 110 Km... l'era dei campanilismi è finita, decidiamo seriamente che strategia vogliamo seguire. IMHO capra e cavoli non si salvano; Bologna la fa da padrona (è il capoluogo e la città più grande) mentre Rimini ha una vocazione turistica indiscussa. Come si vuole posizionare Forlì? Per funzionare per il verso deve trovare la sua strada; mettersi a fare la guarra a Bologna o Forlì porterebbe solo ad un fallimento. E ricordatevi che è proprio grazie a Bologna che Forlì si ritrova in questa situazione... la stessa Bologna che ora smolla la carcassa a Rimini.

  • Avatar anonimo di xxxxxxx
    xxxxxxx

    Un'idea potrebbe essere un bel sondaggio, chiedendo ai cittadini di Forlì se vogliono 1) mantenere l'aeroporto pagando ogni anno la tassa per la perdita pari ad euro....da calcolare con precisione 2) chiudere definitivamente l'aeroporto 3) mantenerlo con una gestione ridotta da valutare, per esempio studio, turismo,ecc e qui lascio spazio agli esperti del settore- Sarebbe una bella idea, il problema è che la politica se ne frega di ascolatare i cittadini prima di decidere, Balzani è convinto che i forlivesi vogliano l'aeroporto senza se e senza ma.......secondo me lo vuole lui e tutti i politici ed amici che hanno da guadagnarci sopra........ P.S. per la redazione: perchè non si lasciano i commenti in tempo reale, con sto sistema del filtro si rischia che uno fa una domanda su un commento e magari la risposta è arrivata 10 minuti fa....per me si toglie moltissimo alla discussione

  • Avatar anonimo di xxxxxxx
    xxxxxxx

    Per Davide Grazie della melanzana...sono laurato in economia e commercio, non per questo penso di capire perchè un aeroporto può funzionare, ma sicuramente aiuta. Il problema è un altro. Sicuramente è una scelta politica, ma va programmata per tempo e con lungimiranza, non lasciata al politico di turno piu' potente. L'aeroporto, come tutte le infrastrutture, è un grosso investimento, e per farlo in maniera economicamente efficiente (senza buttar via soldi) deve avere certi numeri, di passeggeri, che permettano alle compagnie di far partire i voli guadagnandoci. Se vuoi avere un aeroporto dove non c'è massa critica, allora sei costretto a pagare tu le companie per arrivare, ma è proprio questo che la gente si è stufata di fare. Nel senso che per le scelte politiche di voler avere l'aeroporto a tutti i costi ogni anno paghiamo fior di milioni che potrebbero essere spesi per altro. Allora se pensi economicamente è sifficiente un aeroporto in emilia romagna dove lo fai a Forlì o a Bologna??? Sicuramente dispiace per i lavoratori e per l'indotto, ma sono finiti i tempi dei soldi buttati, la gente per fortuna ha una capacità di conoscenza maggiore dei problemi, e si sta rendendo conto che così non si va piu' avanti.

  • Avatar anonimo di Marafone
    Marafone

    I Suv sono più sicuri ... il mio è un carroarmato, a proposito avete sentito che vengono tassati? Che sia per finanziare l'aeroporto ... ?

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Tomcat, è come spiegare Dante a delle melanzane, lascia perdere. Quello che non capiscono è che un aeroporto non è come una pizzeria che funziona in base solo al mercato, ma è un servizio per il territorio e il suo funzionamento dipende in buona parte dalle scelte politiche, nel bene e nel male. E guarda a caso, le scelte politiche sono sempre a nostro sfavore e a favore di Bologna, perchè là ci sono i politici che contano.

  • Avatar anonimo di Michelangelo Merisi
    Michelangelo Merisi

    Rusticali era uno da riciclare, come usa nel PD. Le poltrone vanno spartite fra i soliti, non importa che siano incompetenti... Ci sono esempi ed esempi a riguardo. Potrà anche darsi che un buon(?) cardiologo sia pure esperto di marketing e di strategie di mercato, ma questo no è avvenutop a Forlì...pare evidente. Mi dispiace sinceramente per chi perderà il lavoro perché sarà appunto vittima di una malgestione di una struttura defunta dalla nascita. Che quella struttura non avrebbe avuto futuro avrebbe potuto capirlo chiunque, anche un ottimo cardiologo. Non è stato così. Balzani, anziche cadere sempre dal pero, potrebbe adoperarsi per favorire il ricollocamento dei lavoratori a rischio, ma pare preferisca bearsi di Livia Tellus....bah

  • Avatar anonimo di Tomcat
    Tomcat

    Che la maggioranza sia per la chiusura non sono d'accordo: forse quelli che scrivono qui. Cliccando questo link si possono vedere il NUMERO DEI PASSEGGERI trasportati nel 2010. https://www.enac.gov.it/repository/ContentManagement/information/P1014822582/Dati_di_traffico-20 10.pdf Noi siamo a 639.853: buttiamo tutto a mare? Le potenzialità ci sono, basta leggere i dati. Anche per te, caro Marafone, visto che di persona non riesco a farti ragionare, è valido l'invito di venire a firmare per il nostro Aeroporto. Chissà, magari incomincerai ad aver meno paura degli aerei, a rispettare un po' di più chi lavora e chi il lavoro l'ha perso ed a temere un po' di più i suv: inquinano e sono molto più pericolosi degli aerei. Ti aspettiamo.

  • Avatar anonimo di piras
    piras

    L'aeroporto di Forli' non fa gola a nessuna compagnia, non e' utile a nessun' altro scalo e, a quanto pare, coi debiti che ha, puo' solo sottostare e non pretendere chissa' cosa dagli altri. Insomma , vuol stare sul mercato, indesiderato ospite. Mi sembra evidente che c'e' chi ci marcia, chi rema pro, chi contro e chi fa finta. Credo che un gesto serio, responsabile e ben programmato come la chiusura, valga piu' del cocciuto orgoglio campanilistico.

  • Avatar anonimo di Marafone
    Marafone

    vedo che l'aereoporto è uno degli argomenti che interessa di più i forlivesi ... almeno dal numero dei commenti ... Mi pare che la maggioranza sia per la chisura

  • Avatar anonimo di isem
    isem

    Schietto documentati.......... l'ex presidente ha ottenuto il piano trentennale che grazie a questo ha garantito vita all'aeroporto....e poi ha lavorato per la privatizzazione. Poi però si è dovuto dimettere x volere del sindaco.... secondo me se si lavorava tutti uniti a quest ora l'aeroporto poteva essere gia privatizzato con SAVE o con F2I... e poi un presidente non deve essere un esperto di aerei o aeroporti ma deve avere collaboratori capaci.....

  • Avatar anonimo di Michelangelo Merisi
    Michelangelo Merisi

    Solidarietà ai lavoratori. Ma l'unica cosa che ormai è chiara è che l'aeroporto di Forlì è destinato a fallire. In realtà lo si sarebbe potuto capire già da molto tempo, ma l'ottusità dei politicanti ha creato aspettative e illusioni.... Con le condizioni in cui ci si trova assisteremo solo alla cronaca dello sfacelo.

  • Avatar anonimo di isem
    isem

    bisogna fare chiarezza..............

  • Avatar anonimo di Tomcat
    Tomcat

    @ schietto Le risponderò direttamente nonostante la sua faziosità ed animosità. Vogliamo un Aeroporto che VOLI e lo faccia sempre di più e meglio. La aspettiamo per la sua firma e magari per un confronto costruttivo de visu e non dietro uno schermo ed una tastiera. Saluti.

  • Avatar anonimo di schietto
    schietto

    @tomcat sì le firme.... bisogna vedere che cosa avete chiesto: volete un aeroporto a Forlì? SI'. Volete un aeroporto che in dieci anni ha macinato solo perdite ed è costato 30 milioni di euro ai forlivesi in diversi anni? voglio vedere se firmano.... Le iniziative del comitato (immagino che col "nostra" immagino si riferisca a questo) sono iniziative politiche (legittime), di una parte politica (la Lega), che non c'entrano niente con chi lavora nell'aeroporto (la gran parte dei lavoratori se ne sta ben lontana), che ha altri scopi che la difesa del lavoro (per quello ci sono i sindacati, per quanto malmessi, non i partiti politici) e la cui azione è priva di legittimità, tanto che fa gran cagnara per uscire sui giornali (che è lo scopo principale) ma non stringe niente. Il tutto ispirato da un ex alto manager dell'aeroporto, che poi scopriamo cardiologo (anche espertissimo di voli aerei come abbiamo visto, ma in fondo che differenza c'è tra laurearsi in medicina e alla Bocconi?), che pur di far lotta nel suo partito (il concetto di "bene comune" neanche per un ex sindaco esiste?) e per difendere la sua fallimentare gestione passata si è inventato un paravento, con la scusa dei lavoratori (ed era pure di sinistra...), che saranno invece le prime vittime. Al comitato non ci crede proprio nessuno. Per favore, non prendiamoci in giro. Non siamo scemi.

  • Avatar anonimo di Tomcat
    Tomcat

    Si, centomila cittadini meno i quasi mille che ieri sera, in circa tre ore hanno firmato a favore del Ridolfi e hanno manifestato la loro solidarietà a noi lavoratori; tutto questo senza che la nostra iniziativa fosse stata pubblicizzata. Comunque, Signor Sindaco, fuori i nomi di queste persone. Il Suo discorso mi rammenta tanto un vecchio proverbio popolare: la prima gallina che canta è quella che ha fatto l'uovo.

  • Avatar anonimo di piadina
    piadina

    ma è rimasto qualcosa di vivo a forlì? il centro è morto, l'aeroporto è morto...forse è il caso di provare a cambiare l'amministrazione! o sono morti anche gli elettori??

  • Avatar anonimo di xxxxxxx
    xxxxxxx

    Se vogliamo veramente salvare il paese (anche se personalmente ho i miei dubbi riusciamo senza un cambio veloce di questa classe dirigente) è ora di finirla di buttare i soldi pubblici, e l'aeroporto ne è un esempio.Se una cosa non regge non si fa, o si fa per altre finalità (studio, ricerca) e con altri costi. Ma come si fa solo a pensare di avere un aeroporto commerciale economicamente competitivo a Forlì, quando fa fatica anche Milano!!!! Senza contare la vicinanza di Bologna e la maggiore attrattività di Rimini. E' il momento di cambiare mentalità. P.S.: su Sapro non penso che non siano stati buttati soldi pubblici, danni evidenti e certificati di cui non preferisco parlare qui ci sono già, ed ora vendere tutta quella fantastica roba ad un prezzo vicino al mercato con l'aria che tira mi sembra duretta. Solito problema, pochi si fanno ricchi con i soldi di tutti, magari partendo da posizioni di buona fede per carità, ma alla fine i danni restano e paghiamo noi!!!

  • Avatar anonimo di Annibale II°
    Annibale II°

    ho come l'impressione che manchi il senso imprenditoriale da parte di molti politici nonchè illuminati commentatori. Dico "imprenditoriale e non finanziario" che è pura speculazione. Non è difficile calcolare entrate ed uscite. Accettano i lavoratori tagli alle remunerazioni per far quadrare i bilanci? Se la risposta è negativa allora liquidazione poichè comunque la decreterebbe il mercato. Ah, i primi a tagliare dovrebbero essere i dirigenti e/o politici....ma per questi ultimi non esiste la responsabilità civile per i danni che hanno procurato???

  • Avatar anonimo di schietto
    schietto

    Caro Cesare, ho molto rispetto per chiunque lavora. L'aeroporto fa un buco 10 milioni di euro all'anno, se ne spendiamo anche 5 per casse integrazioni e per favorire il loro reimpiego (un enormità di soldi) ne risparmiamo comunque 5 e perlomeno non ne buttiamo altri 12 o 15 o chissà quanto l'anno prossimo. Il fallimento dell'aeroporto è già stato decretato dal mercato, non lo dico io. La condizione di apertura attuale è solo una condizione artificiale, paragonabile ad uno stato vegetativo indotto. L'aeroporto è già morto, si tratta solo di rendersene conto. SAPRO non c'entra niente, non era in deficit, ma in crisi di liquidità (c'è un'enorme differenza) non costerà una lira alle tasche dei contribuenti, se il curatore saprà valorizzare il patrimonio per pagare i debiti

  • Avatar anonimo di cesare
    cesare

    Voglio essere schietto anch'io e dico a schietto: cambia opinione perchè se a lavorare in aeroportro ci fossi tu o tuo figlio, il ragionamento sarebbe certamente diverso. Non ti basta SAPRO. Cesare

  • Avatar anonimo di schietto
    schietto

    A Forlì c'è qualcuno che vuole fare fallire l'aeroporto? Almeno centomila cittadini... basta buttare quattrini.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -