Aeroporti: Wind Jet pronta a lasciare Forlì per Rimini

Aeroporti: Wind Jet pronta a lasciare Forlì per Rimini

Aeroporti: Wind Jet pronta a lasciare Forlì per Rimini

Dopo Ryanair per l'aeroporto di Forlì è arrivato il tempo di un nuovo tradimento: quello di Wind Jet, pronta a trasferirsi a Rimini con le rotte più corpose dal punto di vista del traffico passeggeri. La notizia, circolata nella giornata di domenica, è confermata dalle prime pagine dei principali quotidiani locali in edicola lunedì. Al momento non ci sono conferme da fonti ufficiali, ma la trattativa appare certa e destinata a creare un terremoto istituzionale attorno ad un vicenda quanto mai intricata.

 

Secondo quanto si apprende, infatti, le tratte aeree che hanno per destinazione Amsterdam, Berlino, Bucarest, Copenaghen, Mosca, Praga, Parigi, Catania e Palermo (di fatto tutte) sarebbero in procinto di essere spostate sullo scalo riminese già a partire dalla prossima primavera.

 

Per Forlì e per Seaf, la società di gestione dell'aeroporto "Ridolfi", si tratta del secondo tradimento subito nel giro di due anni. La prima volta fu Ryanair, che a pochi giorni dall'annuncio in pompa magna dell'accordo raggiunto, venne trasferita all'aeroporto di Bologna, operazione a cui seguì l'uscita di Sab (la società di gestione dello scalo di Bologna) dal capitale di Seaf.

 

Da lì la scelta degli amminstratori forlivesi di sostituire Ryanair con Wind Jet. Successivamente, ad un anno di distanza circa, si è consumato anche il divorzio con il direttore generale dell'aeroporto di Forlì, Rodolfo Vezzeelli, assunto poi da Aeradria (società dello scalo riminese) con la qualifica di "Postholder Terminal & Aree di Movimento".

 

Oggi l'ulteriore divorzio tra Forlì e Wind Jet, in un momento in cui si stava discutendo addirittura di fusione tra Forlì e Rimini, sotto la regia della Regione e con la possibilità di acquisizione da parte di un investitore privato (il fondo F2i presieduto da Vito Gamberale) di Forlì, Rimini e parte delle quote di Bologna per creare un vero sistema aeroportuale regionale. Che alla luce di quanto sta avvenendo tra Forlì e Rimini, appare assai difficile da realizzare.

Commenti (14)

  • Avatar anonimo di ##Davide##
    ##Davide##

    Dai commenti viene fuori un po' dell'ottusità e della miopia tipica di noi forlivesi: "chiudiamo la società xxx succhiasoldi". Che in linea teorica è un discorso anche giusto. Il problema è che ci si accontenta di questo. Non si cerca di capire PERCHE' si sia arrivati a questo. "L'aeroporto è in perdita? Allora chiudiamolo e facciamoci campi, parchi ecc." Peccato che di per sè l'aeroporto è (o forse era, ormai) una *risorsa* per tutta la città: posti di lavoro, turismo.... Purtroppo questa risorsa è stata sprecata. Da chi? Ecco. Non è l'aeroporto che succhia via i soldi. Sono le PERSONE INCAPACI che amministrano la città. Gente che i forlivesi votano, nonostante ormai siano più sporchi del fango che sversavano (o facevano sversare) nei campi o degli affari edilizi che combinavano. E li votano perchè questo sistema che "possiede" tutta la città, in fondo FA COMODO a tanti. Anzichè provare a volare alto, ci si accontenta delle briciole degli amici degli amici ecc ecc. O sbaglio?

  • Avatar anonimo di mlk74
    mlk74

    Basta.....Sindaco Balzani è ora di chiudere questo cavolo di aereoporto che succhia solo soldi ai cittadini e alla comunità...facciamoci un bel parco giochi x bambini...Sindaco Balzani mi sente?...lo chiuda, faccia finalmente una cosa utile x Forli', una cosa di cui non potrà mai vergognarsi...a volte fare politica vuol dire osare, e non nascondere sempre la testa sotto terra e dare la colpa agli altri...Sindaco Balzani...lo faccia chiudere e con i soldi che risparmia faccia qualcosa per noi forlivesi...Sindaco Balzani..ci sente?...si faccia ricordare, non sparisca nell'anonimato a scaldare qualche poltrona in periferia...faccia qualcosa per la comunità di forli'...avanti...dai

  • Avatar anonimo di mattep
    mattep

    Mi dispiace per Forlì anche perchè da quell'aeroporto ho preso diversi voli che con prezzi accessibili mi hanno portato in tutta Europa. Tuttavia penso che si sia solo normalizando un'anomalia che va avanti da dieci anni: l'avere un aeroporto a metà strada tra Bologna (uno dei principali scali nazionali) e Rimini (un aeroporto che in teoria in estate dovrebbe portare in vacanza in riviera milioni di persone).

  • Avatar anonimo di R_I_C_K_
    R_I_C_K_

    allora, l'unico scenario possibile per fare stare in vita l'aeroporto è assolutamente riportare la ryan air a forli, xke è l'unico target possibile per una cittadina come forli a meta strada tra rimini e bologna...altrimenti DEVE chiudere xke wind jet non è un partner decente. o ryan o chiusura. non si era parlato poi di pisignano come unico aeroporto per forli-rimini??? sarebbe una grande idea

  • Avatar anonimo di Caplaz
    Caplaz

    Una cosa è certa, campi di patate a parte e tangenziale in sottopasso al Ridolfi: per rendere efficente la società di gestione forlivese, occorrono capitali, capitali che nessuno anticipa, salvo qualche banca al lume di candela. Passiamo poi alla gestione, quanti sono i dirigenti e funzionari ad alto stipendio che qui dimorano? Non è il caso di rottamare? Una proposta che per qualcuno sembra utopistica, ma che in fin dei conti...e perchè i conti tornino, bisognerà prima o poi attuare.

  • Avatar anonimo di simy
    simy

    non è ora di chiuderlo? si devono buttare via ancora soldi....perchè non farci un bel parco ?o qualsiasi altra cosa che sia più economica...

  • Avatar anonimo di ilmatterello
    ilmatterello

    Il sistema aeroportuale in Italia è in balia delle compagnie aere piccole o grandi che siano. E' rimasto forse l'ultima attività imprenditoriale che attraverso accordi capestro sfrutta risorse pubbliche in maniera massiccia. Forlì in questo contesto e suo malgrado è, come si dice, diventato il sacco delle botte;è ora di porci un freno perchè con questa crisi altre devono essere le priorità dei nostri enti pubblici. Con il possibile nuovo scippo della compagnia Wind Jet da parte di Rimini che segue quello di Ryanair da parte di Bologna almeno due cose sono chiare: 1)che il concetto di Romagna, intesa come regione no è altro che una ipotesi astratta e teorica visto che non ci si riesce a mettere daccordo pressochè su niente, perchè prevalgono solo campanilismi di ogli genere. 2) che il livello della classe politica anche nel nostro contesto si è andata nel tempo degradando semptre di più e ci trovianmo quasi sempre difronte a personaggi improvvisati che oltre ad essere incapaci a compiere una qualsiasi sintesi politica di quello che sta accadendo, sono anche arroganti e chiusi nel proprio orticello, incapaci cioè di vedere un palmo più in la del proprio naso. L'ipotesi ad esempio di unificazione con Rimini del Ridolfi di Forlì non può infatti funzionare perchè oltre ad essere un problema di uomini è un problema di approccio ; infatti per Rimini essere in passivo per la gestione dell'aeroporto è un modo di investire nel loro core busines che è il turismo, mentre per Forlì la scala delle priorità potrebbe essere diversa. Il mio modo di vedere, visti anche e l'estrema puntaualità degli atteggiamenti tipo Confindustria, credo sia, se vogliamo evitare altri bagni di sangue, quello di legare il nostro aeroporto, in qualche modo alle due istituzioni presenti e importanti a livello nazionale che abbiamo e cioè l'ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO e l'ENAV.

  • Avatar anonimo di Lanzo
    Lanzo

    @OoOoOooooooo ma non vorresti mettere anche qualche negozio di ottica e una libreria Mondadori????' Sei matto? Vorrai mica che la Feltrinelli possa accappararsi un posto vuoto in giro per Forlì! ....le lacrime mi vengono a pensare il costo di far passare la tangenziale sotto all'aeroporto quando potevano passarci in mezzo che nessuno se ne sarebbe accorto! a parte tutto un aeroporto con l'Enav, ingegneria aerospaziale e l'istituto tecnico aeronautico sarebbe il caso di tenerlo in piedi....

  • Avatar anonimo di signorG
    signorG

    perchè si parla di tradimento? le compagnie hanno tutto il diritto di cambiare scalo se lo trovano più vantaggioso.. il problema grave è che i nostri amministratori non sono in grado di amministrare un bel niente, anzi, mandano tutto a rotoli (Sapro, Ausl, aeroporto ecc...). poi ci lamentiamo dei tagli? hanno buttato soldi da usci e da finestre...se questo è il film che dobbiamo sorbirci...

  • Avatar anonimo di pisa
    pisa

    Vergognatevi, sempre e solo un branco di bambocci. Forlì è sempre più un supermercato, tutti vengono a fare la spesa. La prossima legnata chi riguarderà? L'ospedale? Poi magari facciamo anche un nuovo inceneritore. Di quello nessuno ha detto niente è filato via senza un problema. Che schifo, siamo veramente alla frutta.

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Non c'era quella proposta fantasiosa della Lega di farci un parco giochi aereo, con robe assurde tipo i voli a gravità zero? Potrebbero ritirarla fuori. A suo tempo Balzani si era detto disponibile ad esaminare eventuali progetti concreti, ma stranamente nessuno si e' poi azzardato a presentarli.

  • Avatar anonimo di oOoOoOoOo
    oOoOoOoOo

    esatto Davide3 !!!... campo di patate a bordo pista e pannelli fotovoltaici sulla pista!!!... dentro all aereoporto centro commerciale e sulla torre di controllo ristorante panoramico. poi xk non metterci due banche!...

  • Avatar anonimo di Nemo
    Nemo

    Concordo, campo di patate. Se non sbaglio la Wind jet era la compagnia con la quale avevano fatto quell'accordo capestro, a dir poco scandaloso: se un aereo partiva non al completo l'aeroporto pagava i biglietti invenduti... Bravi!

  • Avatar anonimo di Davide3
    Davide3

    bene, ci facciamo un campo di patate?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -