Aeroporto di Forlì, Confindustria scende allo 0,1%: "Però non molliamo"

Aeroporto di Forlì, Confindustria scende allo 0,1%: "Però non molliamo"

Aeroporto di Forlì, Confindustria scende allo 0,1%: "Però non molliamo"

FORLI' - "Abbiamo calato e non mollato l'aeroporto, questi sono tempi terribili". Confindustria passa dallo 0,6 allo 0,1% nella composizione azionaria di Seaf, ma non è una 'fuga'. Il direttore Alberto Zambianchi (anche presidente della Camera di Commercio, che detiene il 10% delle quote) ci tiene a sottolinearlo. "Nel 2009 Confindustria ha investito 80mila euro per l'aeroporto. Noi ci crediamo e vogliamo rimanere come presenza simbolica". Dopo il voto positivo per la ricapitalizzazione in consiglio comunale, anche l'ente camerale si impegna a versare 100mila euro.

 

"Purtroppo in altri anni - continua Zambianchi - Confindustria era arrivata al 10%, ma i tempi sono cambiati, ci sono momenti in cui possiamo fare di più e altri in cui dobbiamo centellinare le risorse". La crisi, anche qui, incide.

 

I soci credono nel Ridolfi e il primo punto è il risanamento della società. Il Comune di Forlì, socio di maggioranza, con il 49%, fa la sua parte. "Noi come Camera di Commercio deteniamo il 10% delle azioni - spiega Zambianchi - e ci allineiamo ai soci facendo la nostra parte. L'obiettivo per l'aeroporto di Forlì è quello di agganciare il trend di sviluppo degli aeroporti internazionali, del 10-15%". L'ente camerale segue tutti i passaggi decisionali, dagli sviluppi della società al bando per la privatizzazione.

 

Dopo l'approvazione della ricapitalizzazione,Confindustria e Camera di Commercio rispondono all'appello del Sindaco di Forlì, Roberto Balzani.

 

Chiara Fabbri

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    questi qui sono davvero spettacolari. Nel momento in cui il comune e buona parte della società politica tira, nel bene o nel male per il salvataggio dell'aeroporto (per alcuni è un bene, per altri è un male, non entro qui nel merito) questi qui, che come imprenditori sono quelli che di sicuro ci guadagnano più di tutti che fanno ? Tirano le chiappette indietro. Bella concezione di impresa che hanno. A questo punto molto meglio il vecchio PCI e la gestione dell'economia pianificata !!!! Bah ...

  • Avatar anonimo di annibale
    annibale

    una volta andavano nell'angolo col cappello d'asino!!!

  • Avatar anonimo di ruscelli luciano prc forlì
    ruscelli luciano prc forlì

    incredibile l'amministrazione comunale parla di chiudere gli asili....e sgancia per il ridolfi!!! mentre confindustria che ritiene strategico il ridolfi non caccia un euro ....con i soldi dei cittadini grazie all'indispensabile privatizzazione qualche altro socio di confindustria magari domani si porterà a casa gli utili.... ma quà si vergogna qualcuno!!!!!

  • Avatar anonimo di P.Kc.
    P.Kc.

    la Cinfindustria che era al 10% è col tempo scesa allo 0,1 e dichiara "non molliamo" La setuazione è tragica non seria.

  • Avatar anonimo di annibale
    annibale

    Mi rendo conto che il 90% dei ns. dirigenti o politici andrebbe internato o lobotomizzato. C..zo questo e' direttore in Confindustria e Pres CCIAA!! Dice bene Homer, tutti questi doppi incarichi pagati da NOI cittadini gridano vendetta!!! La ghigliottina ci vorrebbe... E poi perche' pagare la CCIAA ente inutilissimo per le aziende oltre che zavorra incredibile. Addavenì Robespierre!!!

  • Avatar anonimo di Homer
    Homer

    Come contribuente obbligato della Camera di Commercio (il cui obolo considero inutile e demenziale), considero questo sperpero una vergogna. Ma come, lo stesso presidente che per Confindustria dichiara che le risorse vanno centellinate e scende allo 0,1%, quando parla a nome della Camera di Commercio (anche qui complimenti per la rinuncia ai doppi incarichi) dice che il 10% delle quote (ben 100 volte quella di Confindustria) è addirittura "strategico". Ma vergognatevi.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -