Afghanistan, rientrate le salme degli italiani morti

Afghanistan, rientrate le salme degli italiani morti

Immagine d'archivio tratta dal web-59

Sono rientrate in Italia le salme dei due italiani morti in Afghanistan l'altro giorno nell'ennesimo incidente che ha coinvolto forze alleate impegnate nel paese. Ad accompagnare i feretri il generale di corpo d'Armata Giorgio Cornacchione, Comandante del Comando Operativo di vertice Interforze. Le salme del maresciallo Mauro Gigli ed del caporalmaggiore capo Pierdavide De Cillis sono state accolte dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e da quello del Senato, Renato Schifani.

 

All'aeroporto militare di Ciampino c'erano anche il ministro della Difesa Ignazio La Russa, il ministro della P.A., Renato Brunetta, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, il Capo di Stato maggiore Vincenzo Camporini. Assente il presidente della Camera, Gianfranco Fini, affacendato nelle turbolenze interne al Pdl.

 

I funerali si svolgeranno con rito funebre ufficiale a partire dalle 18 di venerdì nella basilica di Santa Maria degli Angeli, a Roma. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -