Aggredì Berlusconi, assolto Massimo Tartaglia

Aggredì Berlusconi, assolto Massimo Tartaglia

Aggredì Berlusconi, assolto Massimo Tartaglia

MILANO - Lanciò un souvenir contro Silvio Berlusconi il 13 dicembre scorso in piazza Duomo, a Milano, al termine di un comizio. Massimo Tartaglia è stato assolto perché totalmente incapace di intendere e volere al momento del fatto. Quindi non imputabile. E' quanto ha stabilito il gup di Milano Luisa Savoia. Sarà sottoposto per un anno alla libertà vigilata con l'obbligo di conformarsi alle indicazioni fornite dal direttore del centro di recupero dove si trova.

 

Inoltre, sempre per un anno, non potrà partecipare a manifestazioni pubbliche. Il gup ha dunque accolto la richiesta del procuratore aggiunto di Milano, Armando Spataro, il quale aveva chiesto l'assoluzione di Tartaglia alla luce della perizia che ha accertato l'incapacità di intendere e di volere di Tartaglia al momento dell'aggressione al premier. I legali dell'imputato avevano chiesto l'assoluzione per il loro assistito e la concessione della libertà perché non lo ritengono socialmente pericoloso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -