Agricoltori e pescatori uniti contro la importazioni fasulle

Agricoltori e pescatori uniti contro la importazioni fasulle

Immagine d'archivio-16

Dal Brennero, dove da martedì mattina migliaia di allevatori presidiano il valico, la mobilitazione Coldiretti si estende fino alla riviera romagnola: i produttori pattuglieranno il mare antistante il porto di Ravenna, il principale porto italiano per le importazioni di prodotti agricoli e alimentari. La motonave dei produttori Coldiretti partirà da Marina di Ravenna alle 10.00, farà scalo alle 11.15 al porto di Cervia dove imbarcherà nuovi rinforzi, per arrivare attorno a mezzogiorno a Cesenatico, dove saranno accolti dai pescatori dell'associazione "Impresa Pesca".

 

Ad accomunare i due settori sono le importazioni anonime di prodotti di bassa qualità sempre più spesso "spacciati" per prodotti italiani a causa della mancanza dell'obbligo di etichettatura sulla origine, con danni per i consumatori e i produttori. Gli effetti sono gli stessi in entrambi i settori: in Emilia Romagna negli ultimi dieci anni hanno chiuso i battenti migliaia di aziende frutticole e imprese di pescatori.

 

All'incontro, cui parteciperanno centinaia produttori agricoli e pescatori, interverranno il presidente di Coldiretti Emilia Romagna, Mauro Tonello, il presidente di Impresa Pesca, Tonino Giardini, e i presidenti di Coldiretti Forlì-Cesena e di Ravenna, rispettivamente Cleonildo Bandini e Massimiliano Pederzoli.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -