Agricoltura, Corradi (Lega): "Versamento premi Pac, ritardi ingiustificabili"

Agricoltura, Corradi (Lega): "Versamento premi Pac, ritardi ingiustificabili"

Roberto Corradi - consigliere del gruppo "Lega Nord - Padania", ha presentato un'interrogazione alla Giunta per denunciare gravi ritardi nei pagamenti dei premi PAC agli agricoltori, in particolare quelli parmensi. Secondo il consigliere, la Regione avrebbe ricevuto da tempo, dal Governo e dalla Comunità Europea, le somme corrispondenti ai contributi destinati ad essere assegnati alle singole aziende agricole; questi versamenti avrebbero dovuto compiersi entro il 31 dicembre 2009, mentre - aggiunge Corradi - molte altre Regioni hanno pagato gli aiuti ben prima di questa scadenza.


Nell'interrogazione si rileva come un agricoltore di Parma, che rischiava di vedersi pignorare l'azienda a causa del mancato pagamento dei premi PAC da parte della Regione, solo a seguito di reiterati solleciti avrebbe ottenuto una parte di quanto dovuto; e su tale pagamento, la Regione avrebbe applicato ben sette giorni di valuta (ritardando ulteriormente l'incasso della somma da parte dell'agricoltore).


Corradi afferma che la crisi che da diversi anni colpisce il comparto agricolo, ed in particolare le aziende vocate alla produzione di latte destinata a parmigiano-reggiano (la maggioranza delle imprese agricole parmensi), sta causando grave carenza di liquidità ed un elevatissimo livello di indebitamento: in questo ambito, "i premi PAC costituiscono un indispensabile strumento di sopravvivenza per molte aziende agricole parmensi".


Il ritardo nell'erogazione dei contributi e l'applicazione di "giorni di valuta" così penalizzanti per gli agricoltori, spingono il consigliere a "supporre che la Giunta stia utilizzando l'ingente liquidità ricevuta da Governo e Comunità Europea per altri scopi, speculando sulla pelle degli agricoltori".
Attraverso lo strumento dell'interrogazione, Corradi chiede di conoscere i motivi per cui la Regione non versa i premi PAC legittimamente spettanti agli agricoltori parmensi, e per quale motivo i pochi pagamenti effettuati riportino una valuta di sette giorni; chiede altresì di conoscere l'ammontare complessivo degli interessi "guadagnati" dalla Regione a seguito dei ritardati pagamenti dei premi PAC agli agricoltori.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -