Agricoltura: danni causati da animali selvatici, Filippi (PdL) interroga la Regione

Agricoltura: danni causati da animali selvatici, Filippi (PdL) interroga la Regione

BOLOGNA - Facendo riferimento ai danni causati alle aziende agricole dagli animali selvatici, Fabio Filippi - del gruppo GDL-PDL - si rivolge alla Giunta per porre alcune questioni.


Il consigliere giudica insufficienti gli stanziamenti previsti nel bilancio regionale. A quello inizialmente previsto per il 2007 (1.650.000 euro, di cui 500.000 per la prevenzione e 1.150.000 per il risarcimento), in sede di variazione di bilancio sono stati aggiunti ulteriori 300.000 euro di risarcimenti, a fronte di danni accertati per un valore di circa 2.500.000 euro. Per l'anno in corso, lo stanziamento complessivo a carico del bilancio regionale risulta inferiore a quello dell'anno precedente, nonostante, a parere di Filippi, sia prevedibile un aumento dei danni provocati dagli animali selvatici, soprattutto dagli ungulati.


Il consigliere ricorda che da anni le associazioni venatorie segnalano un sovrannumero di ungulati; in particolare, nel centro appenninico di Ramiseto (RE), i coltivatori (proprietari e affittuari) hanno sottoscritto una petizione, chiedendo un intervento mirato, con l'eventuale piano d'abbattimento per l'eliminazione degli ungulati in sovrannumero e delle loro nidiate. È un esempio di come la situazione stia peggiorando nei territori maggiormente frequentati dagli ungulati, dove è ormai impossibile portare a raccolto i frutti, con conseguenze più generali: l'agricoltura per i territori montani è l'unico presidio umano che permetterebbe la salvaguardia degli ambienti rurali.


Filippi chiede alla Giunta di stanziare immediatamente ulteriori fondi per risarcire i danni prodotti da ungulati, allo scopo di alleviare l'onere che gli agricoltori sono chiamati ad affrontare. In vista del prossimo bilancio di previsione (2009), chiede di inserire un impegno di spesa più adeguato, sia per la prevenzione che per il risarcimento dei danni provocati dalla fauna selvatica. Chiede, inoltre, di predisporre un capitolo di spesa, finanziato dalla fiscalità generale, per la prevenzione ed il risarcimento dei danni causati dalla fauna non cacciabile e arrecati alle produzioni nelle aree protette dove la caccia è vietata (parchi, oasi, zone di ripopolamento e cattura).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -