AGRICOLTURA - Missione romagnola per promuovere la frutta nostrana in Giappone

AGRICOLTURA - Missione romagnola per promuovere la frutta nostrana in Giappone

CESENA - Importante missione esplorativa in Giappone per Mediterranean Fruit Company, l’organizzazione di imprese che promuove l’internazionalizzazione della filiera ortofrutticola e di cui fanno parte le più significative realtà italiane del settore. Caratterizzata da incontri ad alto livello con i più importanti esponenti giapponesi della distribuzione, del commercio e della produzione ortofrutticola, la missione ha avuto tra i suoi partecipanti imprese di produzione e commercializzazione (Apofruit di Cesena, Alegra di Faenza e Mazzoni di Ferrara), produttori di macchinari e impianti (Sorma di Cesena, Unitec di Lugo e Domax di Massa Lombarda), imballaggi (F.lli Graziani di Cesena e Cpr System di Ferrara) e servizi (Centro Servizi Ortofrutticoli di Ferrara). Gli imprenditori di Mediterranean Fruit Company hanno sondato la possibilità di intrattenere scambi con il difficile mercato giapponese.


«Attualmente il Giappone -afferma Renzo Piraccini, Presidente di Mediterranean Fruit Company- è precluso alla gran parte dell’ortofrutta italiana da barriere fitosanitarie che, anche se lentamente, si stanno superando. Oggi possono essere esportate solo le arance tarocco e alcune verdure a foglia, ma sono aperti i protocolli per kiwi, uva da tavola, mele e pere. Si tratta di un mercato di altissima qualità, molto difficile, su cui non è possibile improvvisare ma che può offrire importanti opportunità per l’ortofrutta italiana, a partire dal kiwi».

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -