Al via il 21esimo Festival Internazionale di Pianoforte "Città di Rimini"

Al via il 21esimo Festival Internazionale di Pianoforte "Città di Rimini"

Al via il 21esimo Festival Internazionale di Pianoforte "Città di Rimini"

Ventunesima edizione per il Festival Internazionale di Pianoforte "Città di Rimini" con la direzione artistica del Maestro Alfredo Speranza, in programma nei mesi di marzo e aprile al Teatro degli Atti di Rimini (via Cairoli, 40) con inizio alle ore 21 ed ingresso gratuito. L'evento di apertura sabato è con l'evento "Il pianoforte e il canto": Gladys Rossi (soprano), Maurizio Leoni (baritono) e Davide Cavalli (pianoforte) presentano nella prima parte un programma interamente dedicato a Liszt, e nella seconda composizioni del maestro Speranza e brani di Ravel, Gounod e Verdi.

 

Il concerto è in memoria della dott.ssa Anna Lisi Scardavi, offerto dal figlio dott. Francesco Lisi. Sabato 19 marzo Marcella Crudeli, in memoria di Gabriella Stefani-Giugni (concerto offerto dai fratelli Fiorella e Franco Stefani) presenta un repertorio di musiche di Cimarosa, Scarlati, Beethoven, Speranza e Chopin.

 

Gladys Rossi ha intrapreso a otto anni lo studio del violino e del pianoforte presso la Scuola di musica comunale di Bellaria. Ha iniziato lo studio del canto nel 2002 e nel 2003 ha debuttato al Teatro di Busseto in Rigoletto nel ruolo di Gilda, con una produzione della Fondazione Arturo Toscanini. Al suo debutto hanno immediatamente fatto seguito esibizioni alla Konzerthalle di Amburgo, al Teatro Regio di Torino, al Teatro Regio di Parma, al Teatro Municipale di Piacenza, al Teatro dell'Opera Giocosa di Savona, a Cipro e nei Teatri di Tourcoing e Rennes in Francia. Dal maggio 2005 è seguita per lo studio della tecnica vocale dall'insegnante australiana Margaret Baker Genovesi a Roma, sotto la cui guida si prepara al repertorio di soprano lirico, di agilità e di coloratura e con la quale ha studiato il ruolo della Regina della Notte del Die Zauberflöte mozartiano, debuttando al Palacio Euskalduna di Bilbao. Nel 2007 interpreta Musetta in Bohème al Teatro Comunale di Bologna. Nel 2008 è Violetta ne La Traviata di Giuseppe Verdi a Rovigo, Padova, Bassano e Vicenza diretta dal maestro Tiziano Severini per la regia di Denis Krief. Nel 2009 ha cantato in Carmen all'Arena di Verona diretta da Placido Domingo con la regia di Franco Zeffirelli ed ha partecipato, al Teatro La Fenice di Venezia, al Concerto di Gala per i quarant'anni di carriera di Katia Ricciarelli. A gennaio 2010 si è esibita in Falstaff, nel ruolo di Nannetta, al Teatro dell'Opera di Roma diretta da Ascher Fish e con la regia di Franco Zeffirelli. Nello stesso anno ha cantato al fianco di Josè Carreras ed ha interpretato Violetta ne La Traviata di Robert Carsen diretta da Myung-Whun Chung al Teatro La Fenice di Venezia. Nello stesso teatro a marzo 2011, sarà Gilda nel Rigoletto con la regia di Daniele Abbado, diretta da Diego Matheuz.

 

Maurizio Leoni, baritono, si è diplomato con lode all'Accademia Filarmonica Bolognese e al Conservatorio G. B. Martini della stessa città. E' stato finalista al Concorso As.Li.Co., ha ottenuto la Menzione Speciale alla finale del Concorso internazionale di Adria, vincitore della VI edizione del Concorso Lazzari di Genova e primo premio assoluto alla rassegna di musica da camera Dino Caravita. Nelle ultime stagioni è stato protagonista a Torino in Die Teufel von Loudon di K. Penderecki, in Wozzeck di Manfred Gurlitt, in Salomé di R. Strauss al Teatro Comunale di Bologna diretto da Daniele Gatti, ne La scala di seta di G. Rossini all'Opéra Comique di Parigi e al Teatro Valli di Reggio Emilia con la direzione di Claudio Desderi, al Teatro dell'Opera di Roma in Romanza, Leporello nel Don Giovanni diretto da J.C. Malgoire. Tra gli impegni più recenti L'Equivoco stravagante di G. Rossini al Festival di Strasburgo diretto da A. Zedda e Figaro ne Il Barbiere di Siviglia con la direzione di G. Carella, La Bohème a Catania e Tokyo diretto da D. Renzetti e sempre a Catania Il Prigioniero di L. Dallapiccola diretta da Zoltán Peskó.

 

Davide Cavalli ha studiato pianoforte con Alfredo Speranza, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio Luisa D'Annunzio di Pescara. Ha frequentato i corsi di perfezionamento di Edith Fischer, Robert Szidon, Aquiles Delle Vigne, Louis De Moura Castro, Marcella Crudeli, Edith Murano e Pier Narciso Masi. Dopo aver conseguito l'abilitazione per l'insegnamento del pianoforte nella scuola secondaria, attualmente sta terminando il percorso di studi per il Diploma Accademico di II livello in Discipline Musicali nella classe di pianoforte di Roberto Cappello presso il Conservatorio A. Boito di Parma. Insegna pianoforte principale al Conservatorio di Forli. La sua carriera pianistica è stata un successo dietro l'altro. Cavalli è oggi uno dei migliori pianisti del momento, come solista ed accompagnatore. Lavora assiduamente col M° Riccardo Muti nella realizzazione dei grandi eventi musicali del Maestro.

 

 

L'appuntamento di sabato 2 aprile è con Alberto Tessarotto che presenta un programma dedicato a Schumann, Chopin, Speranza, Prokofiev e Liszt.

Per sabato 9 aprile è atteso Luigi Tanganelli che eseguirà brani di Beethoven, Schubert, Speranza, Mendelsohn e Chopin.

L'appuntamento conclusivo, sabato 16 aprile, è con il pianista Roberto Cappello impegnato in composizioni di Liszt, Granados, Speranza e Albéniz.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -