Alcol, tra i giovani si diffonde il ''binge drinking''

Alcol, tra i giovani si diffonde il ''binge drinking''

Alcol, tra i giovani si diffonde il ''binge drinking''

ROMA - Sono otto milioni e mezzo gli italiani che nel 2009 hanno bevuto oltre la soglia di rischio. Un'abitudine che riguarda il 15,8% di chi ha più di undici anni. E' quanto riportato dalla relazione annuale che il Ministero della Salute ha inviato a dicembre al Parlamento. Secondo il rapporto, la situazione tra i giovani è peggiorata anche per abitudini di "importazione" come il binge drinking, una pratica consueta soprattutto per i giovani uomini tra i 18 e i 24 anni (21,6%).

 

Una percentuale che scende al 17,4% nella fascia compresa tra i 25 ed i 44 anni. Le medie giovanili sono nettamente superiori a quella nazionale che è di 12,4% per gli uomini e del 3,1% delle donne. Dalla relazione è emerso che nel 2008 ci sono stati 5.920, il 2,12% del totale, causati dall'eccessivo consumo di alcol e da conducenti in stato di ebbrezza. Dai dati è emerso che il 34,6% dei giovani arriva in discoteca già con un tasso di alcol nel sangue superiore al limite dello 0,5.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -