Alfonsine, al teatro Gulliver il "Sillabario della Cooperazione"

Alfonsine, al teatro Gulliver il "Sillabario della Cooperazione"

ALFONSINE - Pane, dignità, sogno, bisogno, fiducia, futuro, memoria, lavoro: sono alcune delle parole dello spettacolo di letture e musiche "Sillabario della Cooperazione", in scena giovedì 29 aprile alle ore 21 al teatro "Gulliver" di Alfonsine (Ra), in Piazza Resistenza 2. Alla serata, a ingresso libero, porteranno il loro saluto il sindaco Mauro Venturi, Valentina Fiore, vicepresidente della cooperativa "Placido Rizzotto", che coltiva i terreni confiscati alla mafia, e Ilaria Bandini, presidente dei soci Coop del Ravennate. Al termine, tutti i partecipanti riceveranno in omaggio un prodotto a marchio "Libera Terra", frutto della coltivazione dei campi strappati alla criminalità organizzata e affidati a cooperative di giovani.

 

"Sillabario della Cooperazione" attinge a opere letterarie e poetiche, come "Il diario dell'eroe" di Gilberto Centi, "Sono senza lavoro da anni" di Luigi Di Ruscio, "La verità è sempre quella" di Alda Merini, e a brani di Miriam Mafai, Concita De Gregorio, Massimo Cacciari, Vittorio Foa, Erri De Luca, Orhan Pamuk, David Grossman. L'allestimento propone un viaggio che punta al cuore prima che al cervello, alla riscoperta delle radici e del significato autentico dei valori che, ancora oggi, fanno delle cooperative di consumatori imprese diverse, che operano nel mercato ma si sviluppano per rispondere ai bisogni delle persone. Dai probi pionieri di Rochdale, che a metà dell'Ottocento costituirono in Gran Bretagna la prima cooperativa, fino alle terre di "Libera", passando attraverso le storie di singoli uomini e donne, lo spettacolo ricostruisce una vicenda collettiva che è molto di più della somma di destini individuali. Un patrimonio da raccontare e condividere, per restituire speranza in un futuro ancora tutto da immaginare.

 

Lo spettacolo è opera di soci di Coop Adriatica (Mavi Gianni, che ha lavorato alla stesura del testo, Riccardo Lenzi, Gianluigi Grieco), in collaborazione con gli attori dell'associazione "Zoè teatro informativo" (Prisca Merli, Rita Buganè, Paolo Busi). Le musiche sono a cura di Monica Benati, presidente del centro musicale PocArt e lavoratrice di Coop Adriatica. Lo spettacolo fa parte del progetto "Costituzione e valori cooperativi", coordinato da Mattia Fontanella, responsabile Servizio sviluppo e innovazione attività sociali e di sistema di Coop Adriatica.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -