Allarme stupefacenti, la cocaina uccide sempre di più in Europa

Allarme stupefacenti, la cocaina uccide sempre di più in Europa

Allarme stupefacenti, la cocaina uccide sempre di più in Europa

ROMA - Sono dati allarmanti quelle che emergono dalla Relazione sull'evoluzione del fenomeno della droga in Europa, illustrati dall'Agenzia europea delle droghe a Lisbona e Roma. Tali si riferiscono alla situazione dei 27 Stati membri dell'Unione europea e dei Paesi candidati (Croazia e Turchia e della Norvegia). Cannabis e cocaina continuano ad esser gli stupefacenti più amati dagli europei. Quattordici milioni di persone, tra i 15 ed i 64 anni, l'hanno provata.

 

L'Italia resta nelle zone alte delle classifiche (2,9% di consumatori sulla popolazione generale), alle spalle di Spagna e Regno Unito (che tocca un inquietante 6,2%) Nel 2008 i decessi collegabili al consumo della "neve" sono raddoppiati, passando da 500 a mille. In 70mila, invece, hanno chiesto di poter essere curati per una dipendenza, e sarebbero il 17% di tutti i pazienti in cura per tossicodipendenza.

 

Sono quattro milioni le persone che fanno uso di cannabis quotidianamente, e per il 75% si tratta di giovani. Lo spinello è diffuso tra gli under 34 italiani più che in ogni altro Paese europeo: a breve distanza ci sono Estonia, Repubblica Ceca e Slovacchia. Gli stessi Paesi sono gli unici in cui si è registrato un aumento del consumo di hashish e marijuana. Nel 2008, in 29 Paesi sono state scoperte coltivazioni "casalinghe" di marijuana.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -