''Allo sport preferisco la poltrona'', un cesenate su due la pensa così

''Allo sport preferisco la poltrona'', un cesenate su due la pensa così

Il 38% dei cesenati è sovrappeso, il 7% addirittura obeso. Preoccupanti anche le percentuali relative ai bambini: il 19% dei bimbi di 9 anni è sovrappeso e l’11% è obeso. L’eccesso ponderale riguarda più gli uomini che le donne (56% contro 36%), aumenta con l’età ed è maggiormente presente nelle persone con basso livello di istruzione. Colpa anche del poco movimento: un cesenate su due non pratica attività fisica. Sono questi gli allarmanti dati diffusi dall’Ausl di Cesena.


L’obesità è una condizione in continuo aumento, che coinvolge un numero sempre maggiore di persone dall’età scolare a quella adulta.A partire dagli anni Ottanta, infatti, il fenomeno è triplicato in molti Paesi europei e continua a crescere in maniera allarmante, specialmente tra i bambini: in Europa le stime parlano di circa 400 milioni di persone in sovrappeso e 130 milioni di obesi. Per incoraggiare stili di vita sani e prevenire l’obesità nella popolazione che vive in Europa, Germania, Ungheria e Italia hanno dato il via al progetto europeo “IDLE”, sigla che sta per “Dieta Intelligente e Stili di Vita in Europa”.


Il progetto, inserito nell’ambito del Programma europeo di apprendimento permanente (Lifelong Learning Programme), vede in prima linea anche il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL di Cesena nella veste di partner italiano, con il supporto di Centuria-RIT (Romagna Innovazione Tecnologia). Capofila del progetto è Amitiè, società bolognese specializzata nel settori dell’educazione e della formazione, mentre gli altri partner sono il tedesca FIM-NewLearning, struttura di ricerca della Friedrich-Alexander-Univesität di Erlangen – Norimgerba che si occupa di nuove tecnologie nel campo educativo e della formazione, la TETALAP, fondazione pubblica ungherese senza scopo di lucro per lo sviluppo delle scienze e tecnologie, l’Istituto Nazionale ungherese per la Sicurezza Alimentare e la Nutrizione e la Federconsumatori Emilia-Romagna.


L’obiettivo comune è quello di sviluppare e dar vita ad una serie di attività educative rivolte a giovani e adulti che vivono in Europa per promuovere stili di vita sani, al fine di prevenire sovrappeso, obesità e malattie croniche associate. In particolare, al Dipartimento di Sanità Pubblica dell’AUSL di Cesena spetterà il compito di organizzare nel cesenate un corso pilota rivolto ad insegnanti e manager per formarli su strategie innovative da utilizzare in attività di promozione della salute. Settore questo in cui il servizio dell’Ausl di Cesena vanta una certa esperienza, anche grazie al progetto “cultura della salute e stili di vita sani” che negli ultimi anni ha visto la realizzazione di numerosi interventi per la promozione dell’attività fisica, di una alimentazione corretta e sana e di lotta al fumo, e per la prevenzione dell’alcolismo.


La situazione nel cesenate

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dallo Studio PASSI, l’indagine statistica stilata dal Servizio di Epidemiologia del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL di Cesena che ha come obiettivo quello di monitorare i principali aspetti della salute della popolazione di età compresa fra i 18 e i 69 anni, emerge che il 38% dei cesenate è in sovrappeso ed il 7% obeso. L’eccesso ponderale riguarda più gli uomini che le donne (56% contro 36%), aumenta con l’età ed è maggiormente presente nelle persone con basso livello di istruzione. Il 15% dei bimbi di 6 anni è in sovrappeso e il 9% obeso, mentre tra i bambini di 9 anni il 19% è sovrappeso e l’11% obeso. Il 55% della popolazione, non pratica l’attività fisica raccomandata; di questi il 13% ha uno stile di vita del tutto sedentario.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -