Alluvione del 6 febbraio, raccolte le segnalazioni: sette interventi urgenti in Romagna

Al momento sono sette in Romagna gli interventi di urgenti autorizzati e finanziati dalla Regione, già affidati a imprese locali.

Dopo gli eventi calamitosi del 5 e 6 febbraio scorsi, il Servizio tecnico di bacino Romagna della Regione Emilia-Romagna ha raccolto tutte le segnalazioni provenienti dai territori, in gran parte oggetto di sopralluoghi dello stesso Servizio tecnico di bacino Romagna, per la quantificazione dei danni. Il Servizio tecnico di bacino Romagna appartiene alla Direzione generale Ambiente e difesa del suolo e della costa, che fa capo all’assessore alla Difesa del suolo e della costa, protezione civile, politiche ambientali e della montagna della Regione Emilia-Romagna, Paola Gazzolo.

D’intesa con le Province di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, le segnalazioni sono state inoltrate all’Agenzia regionale di Protezione civile affinché il Presidente della Regione Emilia-Romagna potesse inviare al Governo la richiesta di stato di calamità nazionale. Viste alcune situazioni particolarmente pericolose, dovute principalmente a rotture di argini e dissesti, il responsabile del Servizio tecnico di bacino Romagna della Regione Emilia-Romagna, Mauro Vannoni, ha attivato una serie di richieste di  interventi di somma urgenza, per l’affidamento immediato dei lavori. Al momento sono sette in Romagna gli interventi di urgenti autorizzati e finanziati dalla Regione, già affidati a imprese locali.

Nel forlivese, sono stati affidati lavori da 350.000 euro per affrontare le situazioni più critiche sui fiumi Montone e Bevano, nei Comuni di Forlì, Forlimpopoli e Bertinoro. Nel cesenate, sono stati affidati lavori da 300.000 euro per affrontare le situazioni più critiche sui fiumi Rubicone, Pisciatello e Savio, nei Comuni di Savignano, Cesenatico, Cesena e Montiano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel riminese, sono stati affidati lavori da 150.000 euro per affrontare i danni in seguito all’esondazione del fiume Uso in località Palazzina, nel Comune di Santarcangelo.Sono stati anche finanziati lavori da 130.000 euro per la frana di Verucchio: è il primo stralcio dell’ intervento di realizzazione di una palificata (con pali di cemento armato) a valle della strada colpita dalla frana. Si attende ora il secondo finanziamento per completare la palificata. I lavori rientrano nell’ambito di un’opera più generale di interventi da parte del Comune.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -