Alluvione, Bonaccini gira la Romagna: "Ce la faremo per la stagione turistica"

Il presidente della Regione Stefano Bonaccini, l'assessore alla Difesa del Suolo Paola Gazzolo e l'assessore al Turismo Andrea Corsini sono tornati giovedì in Romagna per fare il punto della situazione causata dal maltempo dei giorni scorsi

Il presidente della Regione Stefano Bonaccini, l’assessore alla Difesa del Suolo Paola Gazzolo e l'assessore al Turismo Andrea Corsini sono tornati giovedì in Romagna per fare il punto della situazione causata dal maltempo dei giorni scorsi insieme ai sindaci delle località colpite, ai presidenti delle Province e alle associazioni di categoria. Incontri si sono svolti a Comacchio, Lido di Savio, Cervia, Milano Marittima, Bellaria e Rimini.

“Abbiamo confermato i 5 milioni di euro stanziati dalla Giunta per gli interventi di somma urgenza – ha detto il presidente Bonaccini - Già da domani avremo tutti i dati dei danni dalle provincie colpite, censiti Comune per Comune. Chiederemo immediatamente lo stato di emergenza al Governo per accedere ai fondi per il ripristino dei danni causati alla parte pubblica”.
 

“Si ripartirà immediatamente e la Regione sarà a fianco di chi è stato danneggiato dalla furia del maltempo – ha aggiunto - Siamo consapevoli che la stagione turistica è alle porte e siamo convinti che il settore del turismo sia strategico per creare nuova occupazione”.
 

“Stiamo predisponendo un Piano quinquennale di interventi per la prevenzione al dissesto idrogeologico – ha assicurato Bonaccini – A partire da quest’anno finanzieremo interventi sui territori e sulla costa per decine di milioni, perché in futuro si affronti la prevenzione e mai più l’emergenza”
 

A Rimini il Sindaco di Rimini e Presidente della Provincia, Andrea Gnassi, in apertura dell’incontro ha spiegato che “il territorio riminese è stato colpito duramente dal maltempo. Ma adesso è il momento di rialzarci, ed enti pubblici e privati già lo stanno facendo. Quello venuto dalla Regione, sia con l’erogazione immediata di 5 milioni di euro sia con la presenza del Presidente e del Governo regionale quest’oggi, rappresentano certamente un segnale forte nella giusta direzione.”
 

Sempre a Rimini Bonaccini ha evidenziato che sarebbe molto importante ottenere una proroga del patto di stabilità per i Comuni colpiti e ha infine anticipato che la Regione nel suo programma quinquennale farà investimenti importanti in prevenzione del dissesto idrogeologico e difesa della costa. Bonaccini ha concluso sottolineando che “ce l’abbiamo fatta a risollevarci dal terremoto, ce la faremo anche questa volta: la stagione turistica non è minimamente a rischio, partirà esattamente come deve partire”. Nella Provincia di Rimini la stima dei danni ammonta complessivamente a 15.207.000 euro.

Commenti (1)

  • Si, magari prevediamo una tassazione straordinaria "una tantum" a tutta la popolazione per risarcire tutti gli imprenditori/evasori turistici poverini dato che dal governo non si avrà una beneamata cippa.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -