Ambiente: Corradi (Lega) chiede a Regione raccolta differenziata oli esausti

Ambiente: Corradi (Lega) chiede a Regione raccolta differenziata oli esausti

BOLOGNA - Per contrastare l'inquinamento ambientale provocato dal non corretto smaltimento degli oli esausti, Roberto Corradi, della lega nord, ha presentato una risoluzione in cui si impegna la Giunta regionale a sensibilizzare i comuni affinché provvedano all'installazione di contenitori destinati alla raccolta di tali rifiuti e alla distribuzione ai cittadini che ne facciano richiesta di appositi contenitori ad uso domestico. Il documento chiede di prevedere contributi a favore dei comuni che attiveranno tale servizio e l'avvio, di concerto con le Provincie e i comuni, di una campagna di sensibilizzazione nei confronti della popolazione sull'importanza della raccolta differenziata degli oli esausti da uso domestico.

 

La dispersione degli oli esausti di derivazione domestica - si legge nel documento - "tende ad essere effettuata da una parte consistente di cittadini mediante la loro immissione nella normale rete fognaria , finendo nei depuratori dove influenza negativamente i trattamenti biologici di depurazione e determina un incremento notevole dei costi per il trattamento delle acque".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli oli esausti, anche di derivazione domestica, dispersi nell'ambiente, precisa Corradi, provocano  ingenti danni non solo alla flora, ma anche alle falde idriche. In Italia - si legge nel testo - "si stimano circa 210 milioni di chili di rifiuto di olio esausto prodotto da utenza domestica e 70 milioni di chili da utenza commerciale". La vigente normativa impone a coloro che in ragione dell'attività esercitata detengono oli vegetali e grassi animali l'obbligo di conferire gli oli esausti al Consorzio obbligatorio nazionale di raccolta e trattamento degli oli vegetali e grassi animali esausti (CONOE). 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -