Ambiente: ok a piano informazione ed educazione ambientale

Ambiente: ok a piano informazione ed educazione ambientale

BOLOGNA - La commissione territorio ambiente e mobilità, presieduta da Gian Carlo Muzzarelli, ha licenziato (astenuto il gruppo gdl-pdl)il programma regionale ( 2008-2010) di informazione ed educazione ambientale (Infea). La nostra Regione, ha detto l'assessore Zanichelli illustrando il documento, è stata la prima, nel 1996, a dotarsi di una legge in questa materia. Quello che presentiamo oggi -ha aggiunto- è il 4° piano triennale ( a partire dal 1999) ed attua il nuovo (agosto 2007 ) quadro di programmazione Stato-Regioni per l'educazione all'ambiente e alla sostenibilità, e gli indirizzi internazionali e nazionali per l'educazione allo sviluppo sostenibile.

 

I punti strategici del programma sono: la regolazione uniforme su tutto il territorio regionale di queste attività, incentivi diversificati a chi applica comportamenti e pratiche in favore della sostenibilità, sviluppo della consapevolezza del valore della tutela ambientale. Per costruire e diffondere una cultura della sostenibilità (anche in rapporto alle esperienze già attivate negli anni scorsi ) il testo prevede particolari progetti integrati di educazione: all'impresa, all'energia, ai consumi ,alla mobilità sostenibili, alla tutela ambientale delle aree protette; al collegamento tra salute e ambiente e tra questo e l'agricoltura.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il provvedimento, discusso con enti locali, scuole, associazioni, punta al potenziamento sia dei Centri di educazione ambientale (in Emilia-Romagna sono 75) che delle attività delle scuole.
Nel dibattito perplessità sulla reale efficacia dei Centri sono venute da Ubaldo Salomoni (gdl-pdl); a suo parere bisogna avere fiducia negli uomini e valorizzare l'apporto dei cittadini: parte da loro, nelle aree che abitano, il controllo ambientale più efficace.Ugo Mazza (sd), favorevole al programma, ha chiesto più coerenza tra l'educazione al rispetto ambientale impartita ai ragazzi e le scelte attuate da alcune amministrazioni locali.
L'assessore Zanichelli ha poi sinteticamente illustrato il Piano di azione ambientale (2008-2010) della Regione per un futuro sostenibile, che la commissione discuterà nelle prossime sedute.
Erano presenti ai lavori anche i consiglieri: Gianluca Borghi, Mauro Bosi, Mario Mazzotti, Roberto Piva, Laura Salsi, Damiano Zoffoli (pd); Mauro Manfredini (lega); Donatella Bortolazzi (pdci); Renato Delchiappo (prc).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -