Ambiente: prosegue in Regione l'esame del piano ambientale

Ambiente: prosegue in Regione l'esame del piano ambientale

BOLOGNA - La commissione territorio, ambiente e mobilità, presieduta da Gian Carlo Muzzarelli, ha proseguito il confronto sul Piano di azione ambientale per un futuro sostenibile, presentato dalla Giunta. Il provvedimento, con uno stanziamento complessivo di 143 milioni e 23 mila euro, interviene su sei aree (cambiamenti climatici e energia pulita; trasporti sostenibili; consumo e produzione sostenibili; conservazione e gestione delle risorse naturali; ambiente e salute; istruzione e formazione). Le azioni sono articolate in 5 tipologie di progetti: territoriali (attuati dagli enti locali); regionali (gestiti direttamente dalla Regione); integrati (realizzati con fondi Fas regionali e nazionali); di miglioramento della qualità dell'aria (realizzati in accordo con il Governo); di incentivazione alle imprese.

 

Nel dibattito, Daniela Guerra (verdi) ha ribadito le sue critiche al documento: il piano, sul fronte della tutela e sostenibilità ambientale, ha sostenuto, contraddicendo le finalità per le quali è stato istituito, non funge da raccordo tra i vari assessorati (e le loro risorse) per attivare, attraverso un "gioco di squadra d'attacco", un meccanismo virtuoso e innovativo; al contrario "gioca in difesa", senza definire priorità precise. Nello specifico, Guerra ha contestato il progetto per dotare i bus di filtri antiparticolato e quello che prevede la cattura di CO2 dalle discariche: i problemi d'inquinamento creati dai bus e dalle discariche - ha detto - si aggrediscono realmente potenziando il numero degli utenti dei mezzi pubblici e riducendo i rifiuti in discarica.

 

Nella seduta, all'unanimità, sono stati anche designati i relatori di due progetti di legge: Daniela Guerra sarà la relatrice del testo "Divieto del monouso non biodegradabile nelle mense e nelle feste pubbliche", che porta la sua firma; Gianluca Borghi del pdl "Disposizioni a sostegno della raccolta differenziata dei rifiuti solidi nei Comuni dell'Emilia-Romagna. Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 31/1996 (Disciplina del tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi)", che ha presentato, come primo firmatario, assieme ai colleghi del partito democratico.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La commissione ha anche dato parere favorevole alla seconda variazione del preventivo 2008 dell'Arni, ed ha trasmesso il testo alla commissione Bilancio che lo esaminerà in sede referente.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -