Ambiente: requisiti di rendimento energetico, modificati allegati Atto d'indirizzo

Ambiente: requisiti di rendimento energetico, modificati allegati Atto d'indirizzo

BOLOGNA - La commissione territorio, ambiente e mobilità, presieduta da Marco Barbieri, ha dato parere favorevole alla delibera che modifica gli allegati dell'Atto d'indirizzo e coordinamento sui requisiti di rendimento energetico e sulle procedure di certificazione energetica degli edifici, approvato dall'Assemblea legislativa nel marzo 2008.


La variazione, che sostanzialmente non influisce sull'efficacia del documento, ha detto l'assessore Duccio Campagnoli, cassa dagli allegati i riferimenti alle norme tecniche, in particolare a quelle relative alle metodologie di calcolo della prestazione energetica, degli edifici e degli impianti, ai fini della certificazione energetica (UNI-ISO CEN). Queste sono state sostituite con le normative di settore, evitando così di incorrere nella procedura d'infrazione della Commissione europea a cui l'Atto, non essendoci una normativa nazionale in materia, doveva essere notificato prima della sua adozione. Il testo emendato inoltre agevola chi intende esercitare l'attività di certificazione: la tariffa di accreditamento di 100 euro non sarà infatti più annuale ma una tantum (in un anno nella nostra regione sono stati accreditati oltre 3mila accertatori che hanno certificato circa 25 mila unità abitative).


D'accordo sulla scelta compiuta, inevitabile per evitare il vuoto normativo che si sarebbe creato in caso di procedura d'infrazione , si è detto Ugo Mazza (sd). Il consigliere ha poi evidenziato la delicatezza e la complessità delle questioni connesse al risparmio energetico, insistendo in particolare sul tema dei controlli, su cui ha anche presentato un'interrogazione.


L' esponente di sinistra democratica ha perciò chiesto e ottenuto dall'assessore l'impegno a reintrodurre nel testo le norme tecniche oggi espunte, quando l'Atto , entro questa legislatura, sarà riesaminato per aggiungervi la parte che disciplina le prestazioni energetiche degli impianti di raffrescamento.


Nel frattempo infatti il decreto n. 59 dell'aprile 2009, con il quale l'Italia recepisce la direttiva comunitaria sul rendimento energetico in edilizia, dovrebbe aver ottenuto il benestare europeo, fornendo così un quadro normativo che consente la reintroduzione delle norme tecniche nel documento regionale.


La commissione, in sede consultiva, ha dato poi parere favorevole anche ai due oggetti che saranno esaminati dalla commissione bilancio: il rendiconto finanziario 2008 della Regione e l'autorizzazione ad anticipare quote di finanziamento del Fondo per la montagna alle comunità montane e alle Unioni dei comuni beneficiarie nel 2008 di contributi del programma di sviluppo rurale 2007-13, per attività di forestazione (astenuta udc). Infine, Mario Mazzotti (pd) è stato nominato all'unanimità relatore del pdl "Norme in materia di tutela e valorizzazione del paesaggio. Modifica della legge regionale n.20 del 2000".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -