'Anoressia sessuale', tutta colpa del porno sul web

'Anoressia sessuale', tutta colpa del porno sul web

'Anoressia sessuale', tutta colpa del porno sul web

Il porno sul web spegne il desiderio sessuale dei giovani. E' l'allarme lanciato dal presidente della Società Italiana di Andrologia Medica e Medicina della Sessualità (Siams), Carlo Foresta, promotore di un'indagine per comprendere il fenomeno dell'anoressia sessuale che coinvolge in giovani tra i 20 ed i 25 anni. Dallo studio è emerso che sono 7,8 milioni gli italiani a caccia dell'hard, pari al 29% dei navigatori totali (dati novembre 2010).

 

Una percentuale che è cresciuta del 58% rispetto al novembre del 2005. Il target dei siti porno è maschile per il 70%, e la fascia d'età più frequentatrice è tra i 24 e i 44 anni. La visione continua di scene hard, ha spiegato Foresta, "ha rallentato la maturazione cerebrale della sessualità, svincolato il sesso dall'affettività, e fatto perdere d'interesse verso la sessualità reale che invece, per un sano sviluppo, ha bisogno di fantasia".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -