Anziana uccisa nel veneziano, fermata ex del figlio

Anziana uccisa nel veneziano, fermata ex del figlio

VENEZIA – Omicidio volontario. E’ questa l’accusa per la quale è stata fermata una quarantenne romena per l’uccisione di Ada Tentori, l’anziana trovata morta mercoledì ad coltellate nella proprio appartamento di piazza Toni Bevilacqua di Santa Maria di Sala, in provincia di Venezia. I condomini hanno dichiarato di non aver ascoltato alcun rumore. La donna, una 40enne, è l’ex compagna di Massimo Rettore, figlio della vittima. Il fermo è avvenuto in base ai rilievi della Scientifica e della Squadra Mobile di Venezia

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'appartamento della Tentori è stato posto sotto sequestro dalla Polizia così come quattro automobili dei parenti, ovvero una Peugeot, una Bmw Az3, una Punto ed una Mondeo. Dalla casa gli agenti hanno portato via la bicicletta con cui la presunta assassina era stata vista girare in paese dopo il delitto della signora Tentori, alcuni abiti e un paio di scarpe da tennis.

Il parroco di Sant'Angelo di Santa Maria di Sala, don Lino Bertin, non ha alcun dubbio sulla volontarietà dell'omicidio dopo aver osservato il luogo del crimine. Il sacerdote ha dichiarato di aver visto ovunque tracce di sangue. Molto probabilmente è stata prima colpita al volto, poi sbattuta su un muro e successivamente accoltellata.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -