APPENNINO - Accordo Uisp-Parzo Nazionale su sport e formazione

APPENNINO - Accordo Uisp-Parzo Nazionale su sport e formazione

UISP e Parco Nazionale si alleano per lo sport e la formazione nella natura. Venerdì 29 febbraio, nell’ambito del progetto Neve Natura, i presidenti del Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano, Fausto Giovanelli, e dell’Unione Italia sport per tutti (Uisp) nazionale, Filippo Fossati, firmeranno a Succiso un protocollo d’intesa per dar vita ad una “Scuola di montagna e di Appennino”. Con la firma dell’accordo la UISP si impegna ad organizzare, ogni inverno, presso il Centro Visita del Parco a Succiso, un evento di formazione rivolto a tecnici, guide e istruttori sportivi, sul tema della sostenibilità dello sport in montagna e all’aria aperta. Inoltre, la UISP organizzerà una manifestazione sportiva all’interno del territorio del Parco, da promuovere a livello nazionale. Gli eventi riguarderanno discipline sportive sostenibili come lo sci di fondo, lo sci alpinismo, l’equitazione, l’arrampicata sportiva, il nordic walking, la corsa in montagna, il trekking, il canyoning, la mountain bike, l’escursionismo con le ciaspole, deltaplano non a motore ecc. Per garantire la tutela del territorio e il rispetto degli ecosistemi, l’organizzazione delle manifestazioni dovrà seguire dettagliate procedure per la riduzione dell’impatto ambientale. La UISP, insieme ai tecnici del Parco, individuerà un insieme di impianti, sentieri e itinerari propedeutici alle attività di “sport per tutti”, ma anche strutture ricettive disposte a garantire agevolazioni economiche ai soci UISP. L’elenco degli impianti sportivi e delle strutture ricettive saranno comunicati a tutte le associazioni e società sportive affiliate alla UISP (oltre 1,2milioni in tutta Italia), attraverso gli strumenti di comunicazione dell’Ente di promozione sportiva.

Il Parco Nazionale, invece, con la firma del protocollo s’impegna a partecipare con propri relatori alle attività di formazione organizzate dalla UISP nel territorio del Parco. Inoltre, assumerà come interlocutori per l’organizzazione di manifestazioni sportive promosse dal Parco gli organi della UISP Nazionale, dei Comitati regionali di Toscana ed Emilia-Romagna, dei Comitati territoriali di Lucca-Versilia, Carrara-Lunigiana, Parma e Reggio Emilia. In futuro, l’accordo sarà esteso alle aree protette aderenti al progetto di area vasta “Parchi di mare e di Appennino” (Parchi Nazionali dell’Appennino Tosco Emiliano e delle Cinque Terre, Parchi Regionali Alpi Apuane, Cento Laghi, Frignano e Montemarcello Magra).

Per il Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano che ha tra le sue finalità quello dello sviluppo sostenibile del territorio attraverso anche la sua fruizione, le attività sportive rispettose dell’ambiente sono importanti veicoli di conoscenza ed apprezzamento dei valori ambientali, sociali e culturali del parco, e anche un elemento di attrazione di visitatori e turisti – dice Fausto Giovanelli, presidente del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano - ecco perché l’accordo con la UISP nazionale è un fatto di grande importanza per il nostre ente, in grado di favorire la destagionalizzazione della presenza turistica nel Parco e l’integrazione tra tutti i territori in esso compresi. Inoltre, grazie all’accordo con la UISP ”La scuola dell’Alpe di Succiso” viene riconosciuta come un centro di formazione sportiva e culturale di altissimo livello e ne viene garantita la continuità. Qui in occasione di Neve Natura sono passate leggende della storia dell’alpinismo come Kurt Diemberger e Agostino Da Polenza ma anche personaggi del mondo della cultura del calibro di Lindo Ferretti, Maurizio Maggiani e Ro Marcenaro”.

La sottoscrizione del protocollo d’intesa con l’Ente Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano, concorre a rafforzare l’impegno che l’UISP sta profondendo per la salvaguardia e la promozione delle aree protette, i parchi e le riserve naturali. Lo sport rappresenta un punto d’incontro tra la richiesta di socializzazione, il movimento ed i luoghi – dice Filippo Fossati, presidente della UISP nazionale - Le aree protette costituiscono delle vere e proprie “palestre a cielo aperto”, luoghi dove i cittadini possono praticare attività sportiva coniugando i principi della ecosostenibilità con la fruibilità delle aree. Questo protocollo si inserisce in un impegno più ampio che la nostra associazione sta conducendo sui temi della sostenibilità ambientale, ed altri protocolli d’intesa sono in via di definizione con importanti Enti di gestione di area protette su tutto il territorio nazionale. L’impegno dell’Uisp è rivolto a ridurre la pressione ambientale esercitata dalle attività e dalle manifestazioni sportive ricercando modelli di progettazione ed attuazione che siano in grado di bilanciare la salvaguardia ambientale e lo sviluppo territoriale”.


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -