"Arancia meccanica" nel torinese, rapinata una famiglia

"Arancia meccanica" nel torinese, rapinata una famiglia

TORINO - "Arancia meccanica" nel torinese. Una banda di almeno quattro persone ha fatto irruzione in una cascina di Leinì. Nella circostanza i banditi hanno picchiato i proprietari (lui 74 anni e lei 70) e ferito gravemente il figlio 29enne dei due, rientrato in casa durante l'assalto. I coniugi hanno finto di esser deceduti per evitare guai peggiori.

 

I malviventi sono riusciti a dileguarsi portandosi via 2.500 euro in contanti, due fucili da caccia, monili d'oro e un assegno da 18mila euro. Sull'episodio indagano i Carabinieri del Comando Provinciale di Torino. Probabilmente a colpire sono stati cittadini dell'est Europa. Sembra, inoltre, che nella banda ci fosse anche una donna.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I feriti sono stati soccorsi dai sanitari del ‘118'. Il 29enne, colpito alla testa, è stato operato all'ospedale San Giovanni Bosco di Torino per la riduzione del trauma cranico.Ora si trova ricoverato nel reparto di Rianimazione in prognosi riservata.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -