Arpa, presentato il Preliminare di programma 2010

Arpa, presentato il Preliminare di programma 2010

Si è svolta questa mattina, 2 dicembre 2009, la consultazione regionale sul Preliminare di programma 2010 di Arpa Emilia-Romagna. Erano presenti i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, cooperative, imprenditoriali ed economiche e delle associazioni ambientaliste.

L'assessore regionale all'ambiente, Lino Zanichelli, in qualità di presidente del Comitato d'indirizzo di Arpa, ha presentato il documento come prosecuzione del percorso attivato tre anni fa con il Piano di riposizionamento e riequilibrio economico-finanziario dell'Agenzia.
«Il Preliminare 2010 - ha affermato l'assessore - va nella direzione di rafforzare i controlli e il supporto di Arpa alle decisioni amministrative in campo ambientale, in un periodo in cui si assiste invece a una scarsa attenzione da parte del governo al sistema delle Agenzie regionali».

Il direttore generale di Arpa, Stefano Tibaldi, ha poi illustrato i contenuti specifici del Preliminare di programma, specificando che la consultazione proseguirà a livello provinciale.
«L'Agenzia - ha affermato Tibaldi - ha messo in campo una costante azione di definizione e verifica delle priorità strategiche, per rispondere sempre meglio alla propria mission e allo stesso tempo soddisfare le richieste di una sempre maggiore efficienza produttiva ed efficacia operativa».

I temi affrontati nel documento, con l'obiettivo di governare la complessità derivante anche dai mutamenti normativi ed organizzativi, fanno capo principalmente a:
- Ricalibrazione della "mappa" dell'offerta di servizi dell'Agenzia, con una sempre maggiore attenzione alle attività istituzionali derivanti dalla normativa nazionale e regionale o dai compiti affidati all'Agenzia dalla Regione e un progressivo allontanamento dalle attività supplementari
- Riorganizzazione delle reti di monitoraggio ambientale per andare verso una maggiore efficienza e omogeneizzazione delle modalità tecniche applicate
- Evoluzione dell'assetto della rete dei laboratori, con una razionalizzazione che porterà nel medio periodo a una configurazione che prevede sul territorio un minore numero di laboratori dedicati alle analisi routinarie su matrici ambientali e l'ulteriore potenziamento dei centri di analisi su temi di alta specializzazione.
- Potenziamento dell'attività di vigilanza e controllo e di supporto agli enti locali
- Sviluppo delle politiche del personale, proseguendo la riduzione del personale dirigente e la stabilizzazione del personale precario.

Il programma previsto consentirà di rispondere sempre meglio ai compiti istituzionali propri di Arpa e alle indicazioni provenienti dalla Regione.
Grazie al Piano già intrapreso e che si intende continuare, Arpa si presenta oggi con un bilancio in pareggio.

I rappresentanti delle organizzazioni intervenute alla consultazione hanno espresso apprezzamento per il lavoro presentato, per il percorso di riequilibrio economico-finanziario compiuto negli ultimi anni e per le competenze tecniche che Arpa dimostra nel suo lavoro. Hanno quindi sottolineato l'importanza del ruolo di supporto dell'Agenzia alle amministrazioni  locali e regionale.
In particolare, i rappresentanti delle organizzazioni imprenditoriali hanno sottolineato il valore del controllo ambientale per affermare la cultura e la pratica della legalità, fattore essenziale per sviluppare una competitività del sistema produttivo basata sull'innovazione e la ricerca.

Il Preliminare di programma 2010 è disponibile sul sito web di Arpa
(https://www.arpa.emr.it/pubblicazioni/generale/notizie_1487.asp)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -