Arriva il caldo, mal di testa in agguato

Arriva il caldo, mal di testa in agguato

Arriva il caldo, mal di testa in agguato

Il progressivo aumento delle temperature, l'arrivo della primavera e successivamente quello dell'estate farà piacere quasi sicuramente a tutti, ma non a chi soffre di mal di testa. Perché secondo una particolare ricerca, una giornata calda può aumentare sensibilmente il rischio di essere colpiti da emicrania, o una qualsiasi forma di mal di testa, nei giorni successivi. Un aumento del rischio stimato circa nel 7,5% ogni cinque gradi in più.

 

E' in sostanza l'esito di uno studio effettuato da un'equipe di ricercatori del Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston, coordinati dal neurologo Kenneth Mukamal, luminare all'università di Harvard. La ricerca è stata fatta su un nutrito campione di oltre 7mila pazienti che si erano recati per un forte mal di testa al pronto soccorso. Di questi, ben 2250 soffrivano di emicrania mentre 4800 di cefalea comune o cefalea tensiva.

 

A questo punto i ricercatori sono andati a controllare le condizioni atmosferiche dei giorni immediatamente precedenti al ricovero, cercando di trovare un nesso tra l'arrivo del mal di testa e le temperature esterne, pressione dell'aria e livello di inquinamento.

 

Ebbene, gli studiosi sono giunti alla conclusione che il rischio di emicrania aumenta se nel periodo immediatamente precedente c'è stato un sensibile aumento delle temperature o una bassa pressione barometrica.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Senza colpe, almeno per una volta, sembra essere invece l'inquinamento atmosferico: a quanto pare lo smog, con il mal di testa, non c'entra proprio nulla.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -