Assalto a portavalori, le guardie giurate: "Non ci stiamo a fare il bersaglio"

Assalto a portavalori, le guardie giurate: "Non ci stiamo a fare il bersaglio"

BOLOGNA - "Ormai le strade italiane sono diventate  per le guardie giurate come un film del Far West". Vincenzo Del Vigario, segretario nazionale del sindacato di categoria, lancia l'allarme.

 

"Con un'autorità di Pubblica Sicurezza incapace di effettuare qualsiasi controllo sui trasporti dei valori - spiega -, vigendo circolari e decreti criminogeni, la cui stesura è frutto dei più inconfessabili compromessi tra le gerarchie ministeriali e le associazioni dei datori di lavoro, gli unici che rischiano la vita sono i lavoratori, mentre tutti gli altri si ingrassano e il Ministro dell'Interno Maroni, che ben conosce anche le problematiche del lavoro, dovrebbe rivedere non solo questi provvedimenti inaccettabili ma anche dare impulso ad interventi di controllo specializzato sugli istituti di vigilanza privata e sulle assurde modalità con le quali essi gestiscono i servizi ed il personale".

 

"Ciò anche in vista dell'aumento dei servizi di trasporto valori - aggiunge Del Vicario - che sarà causato dalla chiusura di molte filiali della Banca d'Italia e dell'incapacità del paese a sapersi avvalere fino in fondo nella "moneta elettronica".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non ci stiamo, insomma, a divenire l'oggetto di un fin troppo facile tiro al bersaglio da parte di avidi malviventi senza scrupoli - conclude il segretario -, in una condizione nella quale, come dimostrano i casi di Foggia e Bologna, é difficile se non addirittura impossibile qualsiasi difesa".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -