Assistenza primaria: nasce l'accordo tra Ausl e medici

Assistenza primaria: nasce l'accordo tra Ausl e medici

FORLI’ – Cure primarie più accessibile e complete per i cittadini. Nasce l’accordo tra l’Ausl di Forlì e i medici di medicina generale di assistenza primaria. Saranno 11 i nuclei operativi in tutto il territorio forlivese, i progetti pilota, di Predappio e Modigliana sono già attivi o quasi. ”Questo accordo – sottolinea il direttore generale Ausl Forlì, Claudio Mazzoni – disciplina il rapporto di lavoro dei professionisti, con un forte coinvolgimento dei medici di base”.


La nascita dei nuclei di cure primaria farà in modo che l’utente possa godere di un assistenza medica, rivolta soprattutto alle patologie croniche ed ai cosiddetti “codici bianchi” del pronto soccorso, che copre l’intera giornata, considerando anche il servizio di guardia medica. I medici generici, riuniti in gruppi, si alterneranno negli ambulatori suddetti, per garantire, inizialmente un servizio di 10 ore giornaliere, che poi dovrebbe passare a 12. Senza nulla togliere al rapporto di fiducia tra il paziente ed il suo medico.


“La struttura si organizza per assicurare la maggiore appropriatezza possibile nelle cure ai malati ed il potenziamento della prevenzione – spiega il Sindaco di Forlì, Nadia Masini – questo percorso, per nulla semplice, è frutto di un salto culturale di coloro che hanno partecipato al progetto. La domiciliarizzazione delle cure tende sempre di più a sottolineare la centralità del cittadino nel sistema sanitario”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Otre alla professionalità dei medici, affiancati da infermiere, specialisti e assistenza sociale, si conterà anche sulla consultazione in rete delle cartelle degli assistiti.”Degli 11 nuclei previsti – illustra Lucio Boattini, direttore del distretto - 5 saranno attivi a Forlì, due dei quali entro il 2007, tutti gli altri entro il 2008.Questo progetto è un punto di partenza, che vuole raggiungere 2 obiettivi: facilitare l’accesso dei cittadini alle cure primarie e promuovere l’integrazione fra i professionisti”.


Chiara Fabbri

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -