Terrore a Bruxelles, serie di attentati: nessun ferito tra i dipendenti della Regione

Le deflagrazioni hanno colpito intorno alle 8 lo scalo internazionale Zaventem: secondo un primo bilancio dei media ci sarebbero decine di morti ed oltre una ventina di feriti

Foto da Twitter

Nessuna conseguenza, in seguito agli attentati di martedì mattina, per i dipendenti e i collaboratori della Regione Emilia-Romagna impiegati presso la sede europea di Bruxelles. La Regione segue in tempo reale l’evolversi della situazione. Il presidente Stefano Bonaccini, in costante contatto con i referenti dell’Ufficio di Bruxelles, esprime “sgomento e profondo dolore per quanto è successo. Ci stringiamo alle famiglie delle vittime e dei feriti e a tutti i cittadini di Bruxelles, che stanno vivendo momenti di angoscia e terrore”.

GLI ATTENTATI - Le deflagrazioni hanno colpito intorno alle 8 lo scalo internazionale Zaventem: secondo un primo bilancio dei media ci sarebbero almeno 26 morti e centinaia di feriti. La polizia ha evacuato lo scalo ed interrotto i collegamenti ferroviari. Le deflagrazioni sono avvenute nella hall delle partenze, accanto al banco della American airlines. Saltati tutti i vetri della struttura. Le immagini mostrano la sala completamente devastata. Prima delle due esplosioni si sarebbero sentiti urla in arabo e spari. E' seguita un'esplosione nella stazione della metropolitana Maelbeek, a due passi dalle istituzioni europee. Alcuni testimoni avrebbero visto persone insanguinate.
 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -