Aumenti su autostrade e Gra, bocciatura del Tar

Aumenti su autostrade e Gra, bocciatura del Tar

Aumenti su autostrade e Gra, bocciatura del Tar

No del Tar del Lazio agli aumenti delle tariffe per autostrade e grande raccordo anulare. Il tribunale amministrativo ha accolto così il ricorso presentato dalla provincia di Roma, del Comune di Fiano Romano e della Provincia di Pescara. La ragione è che l'aumento dovrebbe essere giustificato da un servizio, cosa che invece non esiste in quanto non vi è alcun servizio aggiuntivo.

 

L'ordinanza parla chiaro: "Il provvedimento impugnato per essere coerente con la finalità enunciata deve assumere il carattere di corrispettivo per l'utilizzo di una infrastruttura - si legge -; al contrario, tale carattere non appare sussistente in alcune delle ipotesi evidenziate, vale a dire in tutte quelle che prevedono il pagamento del pedaggio in relazione ad uno svincolo stradale non necessario e non interessato dalla fruizione dell'infrastruttura".

 

Molto soddisfatte le associazioni dei consumatori, che per prime si erano mobilitate contro questo aumento ritenuto ingiustificato, sostendo le azioni di ricorso presentate dai Comuni della Provincia di Roma e da altri enti. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -