Ausl Ravenna sul "Sole 24 Ore", Bartolini (PdL) attacca: "E il conto chi lo paga?"

Ausl Ravenna sul "Sole 24 Ore", Bartolini (PdL) attacca: "E il conto chi lo paga?"

Ausl Ravenna sul "Sole 24 Ore", Bartolini (PdL) attacca: "E il conto chi lo paga?"

"Sul Sole 24 ore Centro Nord di oggi, in una intera pagina a pagamento, sotto al titolo " Informazione Pubblicitaria" , il Direttore Generale dell'Ausl di Ravenna auto-celebra se stesso , il piano attuativo locale ed i suoi progetti di area vasta Romagna". Lo rende noto Luca Bartolini, consigliere regionale del PdL, che incalza: "Forlì è sempre andata sulla stampa a titolo gratuito grazie alle sue eccellenze, e non dietro il pagamento di una somma di almeno 9-10mila euro. Pagate dai cittadini".

 

"Mi preme ricordare che da qualche anno l'Ausl di Forlì è presente continuativamente sulle maggiori testate nazionali ed internazionali cartacee,  televisive ed informatiche, a quanto ci risulta, a titolo assolutamente gratuito, per meriti e riconoscimenti conseguiti sul campo e  non per informazione pubblicitaria a pagamento con soldi pubblici".

 

"Questo è possibile - dice ancora Bartolini - solo perché a Forlì, rispetto alla Ausl di Ravenna, vi sono delle eccellenze professionali che la vedono  in molti settori come punto di  eccellenza sul panorama sanitario  nazionale ed internazionale senza la necessità di comprare costosissime pagine a pagamento sul Sole 24 ore al costo indicativo di almeno 9-10 mila euro pagati ovviamente con i ticket dei cittadini".

 

"Poiché i cittadini sono stanchi delle autocelebrazioni,    annuncio che non appena si sarà insediata la nuova Giunta Regionale  sarà mia premura chiedere subito conto al nuovo Assessore Regionale dei costi di questa operazione auto celebrativa e per capire anche se tali uscite siano state addebitate ai capitoli di spesa dei fondi destinati all'Area Vasta, dato che tale operazione appare utile   solo agli assestamenti politici interni alla maggioranza in vista delle imminenti nomine di giunta" continua il consigliere del PdL che ricorda inoltre come "qualche anno fa il direttore generale dell'Ausl di Forlì acquistò spazi pubblicitari sulle testate locali (a costi molto esigui rispetto ad una testata come il Sole 24 Ore) venne giustamente duramente attaccato anche dagli uffici Regionali".

 

"Con la riconferma di Errani - attacca infine il consigliere regionale del PdL appena rieletto - continuiamo quindi con la politica dei due pesi e delle due misure a seconda se l'iniziativa parte dalla potente  Ravenna, alla quale tutto è consentito,  o dalle Ausl di Forlì e Cesena oramai sempre più annesse a questo impero bizantino che si occupa più della propria immagine che non della salute dei cittadini".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -