Automobilismo, 6 Ore di Imola: Fisichella solo settimo in qualifica

Automobilismo, 6 Ore di Imola: Fisichella solo settimo in qualifica

IMOLA - Dopo avere conquistato il primo posto nelle prove libere, la Peugeot di Anthony Davidson e Sebastien Bourdais si conferma la macchina da battere e conquista la pole position con il tempo di 1'31''736 ad una media di 192 Km/h, unico pilota a scendere sotto il muro del minuto e 32 secondi. Nulla da fare per l'Audi di Fassler (recente vincitore alla 24 Ore di Le Mans) e Bernhard che, pur lottando fino agli ultimi minuti disponibili, ferma il cronometro sul 1'32''354, che vale comunque la prima fila.

 

Subito dietro l'altra Peugeot della coppia Sarrazin/Montagny (1'32"732) seguita dalla seconda delle Audi guidata da McNish/Kristensen (1'32'974). Prime due file dunque interamente occupate dai due costruttori, Peugeot e Audi, grandi favoriti per la conquista della vittoria della 6 Ore di Imola. Vetture davvero performanti capaci di raggiungere i 300 Km/h di velocità massima (fatta registrare proprio dalla Peugeot di Sarrazin/Bourdais) e che rappresentano il meglio dell'automobilismo con ruote coperte. Solo pochi secondi dividono infatti la pole position della Peugeot (1'31''736) da quella fatta registrare da Grosjean con la Dallara di GP2 Series (1'27''067), monoposto dalle prestazioni inferiori solo a quelle di Formula Uno.

 

Nella classe LMP2 si aggiudica la pole position la Oreca motorizzata Nissan del TDS Racing con il tempo di 1'37''208, seguita a pochi decimi dalla vettura gemella del Boutsen Energy Racing. Se nella giornata di venerdì era stato Giancarlo Fisichella su Ferrari F458 a fare segnare il miglior tempo nelle prove libere, nelle qualifiche ufficiali le due BMW M3 hanno battuto l'agguerrita concorrenza di Ferrari, Porsche, Aston Martin e Lotus nella categoria GTE PRO. Pole position per Farfus/Muller (1'44''468), seguiti da Werner/Lamy (1'44''683).

 

Vicinissima la prima delle Ferrari F458 di Melo/Vilander che occupa la terza posizione con 1''44'691, tallonata dall'altra F458 di Ortelli/Makowicki (1'44'727). La coppia tutta italiana Fisichella-Bruni occupa invece la settima posizione. In GTE AM la vettura più veloce è la Porsche 911 di Roda-Long che precede la Ferrari F430 di Perazzini/Cioci/Lemeret, mentre nella classe FLM la pole position va al team statunitense, ma fondato dall'italiano Angelo Ferro, Genoa Racing, con il trio di piloti Julian/Zugel/Petersen.

 

Si preannuncia dunque grande spettacolo domani all'Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola, grazie anche alle previsioni meteo favorevoli e al costo del biglietto davvero promozionale: con solo 15 euro si può accedere sia alle tribune aperte che al paddock e vivere da dentro le emozioni del grande automobilismo endurance, incontrando i piloti (la sessione di autografi è prevista alle ore 10.00) ma anche ammirando le 54 conigliette di Playboy e la madrina Sarah Nile che daranno un tocco glamour sia al paddock che alla linea di partenza. Chi volesse accedere alla pitlane lo può fare comprando il biglietto che dà accesso alla Pit Walk (dalle 10.30 alle 11.05) al costo supplementare di 20 euro.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -