Autovelox truccati, c'è anche Morciano nel mirino della Finanza

Autovelox truccati, c'è anche Morciano nel mirino della Finanza

Autovelox truccati, c'è anche Morciano nel mirino della Finanza

C'è anche il comune di Morciano tra quelli in cui sarebbero stati attivati degli autovelox in grado di registrare una velocità superiore al 15% rispetto a quella reale, che sono stati scoperti grazie ad un'inchiesta della Guardia di Finanza di Brescia. In totale sono 558 le persone denunciate, 146 le amministrazioni comunali coinvolte, 367 i funzionari pubblici coinvolti. Sono stati sequestrati 6 misuratori di velocità ; 10 computer; 4 hard disk e 4 pen drive.

 

I finanzieri di Desenzano hanno messo i sigilli agli uffici della di una società gestita da B.D., 60 anni, originario di Cedole, in provincia di Mantova, ma da anni residente a Desenzano del Garda. Le violazioni illecitamente contestate sarebbero 82mila con indebite richieste di sanzioni per circa 11,5 milioni.

 

Il presidente di Asaps, Giordano Biserni, evidenzia come "l'utilizzo di autovelox non a norma con l'organizzazione scientifica di una truffa colossale e un giro d'affari milionario, è un fatto di estrema gravità anche per la credibilità dei vari corpi di Polizia Locale e dello Stato che si occupano seriamente dei controlli, e  di tante associazioni, che con dedizione  e passione si occupano di sicurezza stradale".

 

"Mentre si sta attuando uno sforzo coeso per abbassare le cifre della mortalità stradale con risultati positivi e incoraggianti, certe notizie minano lo sforzo costante di chi è in prima linea nel contrasto allo stragismo stradale - continua l'analisi di Biserni -. Di fronte ad episodi come quello di Desenzano le associazioni che si occupano di sicurezza stradale con serietà non devono solo strillare il loro disappunto e disagio, ma devono cominciare a pensare di costituirsi parte civile nei procedimenti contro chi abusa di uno strumento legittimo e utile (se usato con logiche di sicurezza), per fini solo di cassa e per di più truffando gli automobilisti".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il presidente di Asaps "la materia va regolamentata in modo più puntuale anche individuando una apposita autorità per la verifica preliminare e costante dei contratti con ditte appaltatrici dei servizi e modalità di rilevamento e accertamento. Si crei poi un fondo comune degli introiti e una gestione armonica dei proventi su tutto il territorio nazionale e regionale in relazione alle esigenze locali delle strade e per migliorarne veramente la sicurezza".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -