Bagnacavallo: a settembre la Sagra "Civiltà delle erbe palustri"

Bagnacavallo: a settembre la Sagra "Civiltà delle erbe palustri"

 BAGNACAVALLO - Avrà inizio venerdì 10 settembre la 26a edizione della Sagra "Civiltà delle erbe palustri", consueto appuntamento a Villanova di Bagnacavallo con la rievocazione delle antiche tecniche di lavorazione delle erbe di valle e del legno nostrano, all'insegna della riscoperta e valorizzazione delle tradizioni di Romagna, che proseguirà fino a lunedì 13.

La manifestazione, organizzata dall'Ecomuseo della Civiltà Palustre in collaborazione con il Comune di Bagnacavallo, nelle giornate di sabato 11 e domenica 12 sarà animata dai laboratori dimostrativi di intreccio villanovese, a cura degli artigiani del "Cantiere aperto", affiancati dagli intrecciatori ospiti delle associazioni "Salicevivo" di Montecchio (PU), "Il Borgo" di Piegaro (Pg), cesteria laziale e campana, vecchi mestieri dell'ambiente rurale a cura del "Gruppo Ecologico Tiveron" di S. Cristina di Quinto (Tv) e botteghe artigiane. All'edizione 2010 parteciperà inoltre una delegazione proveniente dalla Catalogna.

 

Le numerose mostre "Memoriale di campagna" saranno inaugurate venerdì 10 settembre alle 19.30; alla fine dell'itinerario sarà allestito un rinfresco presso il Teatro Tenda. Fra le mostre proposte si segnalano: Battana, trabaccolo e marotta - trasporti del mondo palustre e marinaro dell'Adriatico, Carretti e carrozze - attacchi e finimenti del primo Novecento, Servizi della corte rurale - documenti e testimonianze fotografiche di architettura rurale del primo Novecento, in collaborazione con il Circolo Cine Foto Amatori di Bagnacavallo e "Il Forno" di Villanova. Durante la sagra sarà poi possibile visitare la collezione permanente dell'Ecomuseo e l'Etnoparco "Villanova delle capanne".

 

Sempre nelle due giornate centrali, le piazze e strade del paese saranno arricchite da La soffitta in piazza, mostra mercato di antiquariato, modernariato, artigianato artistico e prodotti naturali. Per i più piccoli ci sarà uno spazio riservato al "Mercatino delle pulci".

Le animazioni pomeridiane della sagra vedranno alternarsi la musica dei Bevano Est, i laboratori di ballo popolare della Bânda de' Grel, il teatro dei burattini tradizionali di Mauro Monticelli, le marionette a tavoletta di Emmina. Sabato 11 alle 15.30 si svolgerà il 9° torneo di zachegn, mentre alle 18 si correrà la 24a podistica delle Erbe Palustri, camminata non competitiva aperta a tutti organizzata dal Gruppo sportivo Lamone, torneo di zachegn. Domenica 12 alle 9.30 è in programma un altro appuntamento sportivo con la pedalata in campagna organizzata dall'Aido di Fusignano.

 

Presso il Teatro Tenda tutte le sere sono in programma spettacoli dedicati al teatro dialettale e al bel canto: venerdì 10 "E' brach (Il mediatore di matrimoni)" con il Cinecircolo del Gallo di Forlì, sabato 11 "Chilino Federêl" con la Cumpagnì dla Zercia di Forlì, domenica 12 "Il fascino dell'operetta" con il Gruppo Arcangelo Corelli di Fusignano, lunedì 13 "Ciacar e fartèl" con la Compagnia dei Giovani di Chiusura

Sapori tipici e caserecci saranno proposti dalla gastronomia della "Vecchia Osteria della Bassa Romagna" con strozzapreti, strozzasindaci e i taglieri del contadino e dai vari ristori allestiti nel paese.

 

L'ingresso alla manifestazione, al museo, alle mostre e agli spettacoli è gratuito.

Info e programma dettagliato: Ecomuseo della Civiltà Palustre, tel. e fax 0545 47122; barangani@racine.ra.it; www.erbepalustri.it

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -