Bagnacavallo, artigianato. Tutti uniti contro l'abusivismo

Bagnacavallo, artigianato. Tutti uniti contro l'abusivismo

BAGNACAVALLO - Si è tenuto nei giorni scorsi in Municipio un incontro tra i rappresentanti dell'Amministrazione comunale di Bagnacavallo e delle associazioni di categoria per discutere del fenomeno dell'abusivismo nelle attività artigianali del territorio bagnacavallese.

 

Per l'Amministrazione comunale erano presenti: il sindaco Laura Rossi, l'assessore alle Politiche Economiche, Matteo Giacomoni e il capo area Servizi Istituzionali, promozione del Territorio e Turismo, Raffaella Costa; per le associazioni di categoria il segretario della Confartigianato di Bagnacavallo, Andrea Bragonzoni, il responsabile pluricomunale della Cna Bassa Romagna, Roberto Massari e il segretario della Confartigianato Sezione di Lugo, Luciano Tarozzi.

 

Quello dell'abusivismo, particolarmente presente nel settore degli acconciatori, è un fenomeno che preoccupa sempre più gli artigiani che svolgono regolarmente il proprio lavoro e  naturalmente le associazioni di categoria. «Le scarse garanzie di sicurezza con il mancato rispetto delle norme igienico-sanitarie, la qualità del servizio e la totale evasione fiscale», hanno rilevato le associazioni di categoria, sono solo alcune delle ragioni per cui il fenomeno dell'abusivismo, persone cioè che esercitano la professione "in nero", va combattuto. Di fronte alle preoccupazioni delle associazioni di categoria l'Amministrazione comunale ha garantito il proprio impegno per affrontare il problema.

 

«L'Amministrazione comunale di Bagnacavallo - hanno sottolineato il sindaco e l'assessore alle Politiche Economiche - è sensibile e attenta alle problematiche che riguardano le attività artigianali del territorio, le quali da sempre svolgono un importante ruolo sociale ed economico e si trovano oggi ad affrontare una difficile fase di crisi economica. L'abusivismo è un fenomeno di concorrenza sleale che va combattuto, per questo siamo disponibili a collaborare con le associazioni di categoria e con gli operatori del settore per mettere in atto azioni in grado di individuare e contrastare le attività esercitate senza rispettare le normative che le disciplinano.»

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -