Bagnacavallo: Avatar chiude la rassegna di cinema

Bagnacavallo: Avatar chiude la rassegna di cinema

BAGNACAVALLO - Si concluderà questo fine settimana la quarta edizione della rassegna "Nuovo Cinema Bagnacavallo", che dal mese di novembre ha portato le migliori seconde visioni del cinema internazionale d'essai e di qualità e il cinema per le famiglie al convento di San Francesco. Le proiezioni, una sessantina per quasi trenta film, hanno visto un'importante partecipazione di pubblico, bagnacavallese e non solo, che ha dimostrato di apprezzare l'aumento delle serate (portate da due a tre) e la proposta di una rassegna parallela dedicata ai più piccoli e intitolata "La città dei bambini va al cinema".

A conclusione di questo lunga stagione di cinema, venerdì 19, sabato 20 e domenica 21 marzo sarà proiettato il film campione d'incassi Avatar di James Cameron, vincitore di tre premi Oscar.

 

Il regista di Titanic è tornato e, ancora una volta, ha lanciato la sua sfida molto personale al mondo del cinema. Così come nel film dedicato al famoso transatlantico, anche in Avatar decide di basare l'impresa su una sceneggiatura che a un primo sguardo non può non apparire decisamente semplice. Cameron si rivela, proprio grazie agli stereotipi narrativi di cui fa ampio uso, un vero autore: pesca citazioni a piene mani dalla storia del cinema ma riesce a trasferirle nelle proprie ossessioni narrative: la scoperta di nuovi mondi, cosa significhi sentirsi alieno e cosa accade quando la prospettiva si rovescia. Ma è soprattutto il mistero delle dinamiche organiche naturali e del loro rapporto con la scienza e con i suoi prodotti (siano essi macchine come in Terminator o corpi che sono al contempo un sé e un "altro da sé" come gli avatar) che lo affascina. Non facendogli però dimenticare che al pubblico non è sufficiente offrire la tecnologia più avanzata. Non basta stupirlo: anche se nel modo più accessibile è fondamentale suscitare un pensiero. In Avatar, pensato quindici anni fa ma realizzato negli ultimi quattro, la recente lezione della guerra in Iraq lascia le sue tracce profonde. Ancor più del discorso ecologico che sottende tutto il film (con la sua visione di un'energia "panica" da rispettare) è quello sulla facile etichettatura di nemici applicabile a coloro che posseggono le fonti energetiche che abbisognano ai più forti che maggiormente segna la narrazione.

 

Inizio proiezioni ore 21.15. Biglietto intero a 4,50 euro, ridotto a 3,50.

Info: 347 1819575 - fuoriquadro@libero.it www.cinemabagnacavallo.blogspot.com

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -