Bagnacavallo, film di Ozpetek e Eastwood alla rassegna di cinema

Bagnacavallo, film di Ozpetek e Eastwood alla rassegna di cinema

È un agosto all'insegna del cinema di qualità quello proposto dalla rassegna "Bagnacavallo al cinema" all'arena del parco delle Cappuccine questa settimana.

 

Martedì 10 e mercoledì 11 agosto tornano in scena i temi cari a Ferzan Ozpetek nel suo ultimo film, Mine vaganti. I luoghi comuni sulla mentalità ristretta delle famiglie tradizionali e la morale, secondo cui le divergenze vengono sempre appianate dall'amore se si mette da parte l'orgoglio, sono stemperati da un tono tragicomico inedito per il regista.

Giovedì 12 agosto sarà invece protagonista il cinema d'essai con Simon Konianski di Micha Wald, esilarante road movie di formazione con un umorismo che si avvicina a quello di Woody Allen, una satira della società moderna, in particolare di quella ebraica. Sono messi a nudo i difetti, le manie, le abitudini di una famiglia ebraica, tutti elementi che fanno ridere il pubblico, ma che a ben guardare sottolineano il divario generazionale fra un padre e un figlio, fra amore e odio, fra gli anziani legati alle tradizioni e alla religione e un giovane che ha capito che il mondo è cambiato.

 

Venerdì 13 e sabato 14 agosto, poi, sullo schermo bagnacavallese prenderà vita l'epopea della nazionale di rugby sudafricana all'indomani dell'elezione di Nelson Mandela alla presidenza dello stato africano, raccontata da Clint Eastwood nel suo Invictus. Il film racconta dei mesi che precedettero la Coppa del mondo di rugby svoltasi in Sudafrica nel 1995 e del rapporto instauratosi tra il presidente Mandela e il capitano della squadra, Francois Pienaar, per far diventare l'auspicata vittoria in quella manifestazione un'occasione di unione per il popolo sudafricano. Nel procedere della narrazione il film analizza anche le figure private dei due protagonisti e in particolare di Mandela (interpretato da uno straordinario Morgan Freeman) di cui la regia di Eastwood riesce a restituire un ritratto di commovente umanità venato da quell'ombra di amara malinconia così tipica del regista americano.

 

Grazie alla collaborazione con "La bottega del mondo" di Ravenna al bar dell'arena sono in vendita i prodotti del commercio equo e solidale. Inoltre, per garantire la comodità degli spettatori sono distribuiti cuscini all'ingresso dell'arena.

Le proiezioni iniziano alle 21.30. Ingressi: intero 5 euro, ridotto fino a 18 anni 4 euro.

Particolari convenzioni sono attive con la cooperativa Iter e la libreria Alfabeta di Lugo.

La rassegna, giunta alla 26a edizione, proseguirà fino al 30 agosto ed è curata da Gianni Gozzoli e Ivan Baiardi di Cinecircolo Fuoriquadro per il Comune.

Il parco delle Cappuccine è in via Berti 6 a Bagnacavallo.

Per informazioni: tel. 329 2054014, email fuoriquadro@libero.it, www.arenabagnacavallo.com

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -